Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Snai Spa: ecco i risultati del primo semestre 2012

  • Scritto da Gt

snaisanpIl Consiglio di Amministrazione di Snai Spa, riunitosi oggi a Milano sotto la presidenza di Giorgio Sandi, ha approvato la relazione semestrale del Gruppo al 30 giugno 2012, che riporta ricavi per 263,8 milioni di euro, e un Ebidta pari a 34,3 milioni di euro.
Il confronto con i ricavi del primo semestre 2011 (284,8 milioni di euro) registra una differenza pari a -7,4%, un risultato influenzato sostanzialmente da un più elevato payout  (dal 79,3% del 2011 al 82,4% di quest’anno) e da una minor raccolta sul gioco sportivo per circa il 10%, elementi che risultano in linea con il trend di mercato. 

- Ricavi per 263,8 milioni di euro
- Ebitda a 34,3 milioni di euro
- Posizione finanziaria netta a 337,3 milioni di euro

Per le scommesse ippiche permane un trend negativo causato, tra l’altro, dallo sciopero indetto dalle categorie di settore che ha bloccato l’attività di tutti gli ippodromi italiani da inizio gennaio per oltre 40 giorni: il confronto con i primi sei mesi del 2011 evidenzia una diminuzione del 33,3% nella raccolta. In aumento, invece, da 33,2 a 431,4 milioni di euro la raccolta relativa agli apparecchi Vlt; segno positivo anche per il gioco on line (da 94,9 a 449,3 milioni di euro), dati che  portano a un miglioramento dei ricavi connessi.
   
L’Ebitda è pari a 34,3 milioni di euro rispetto ai 41 milioni di euro dell’analogo periodo dello scorso esercizio, in diminuzione del 16,3%, principalmente a motivo della citata differenza del payout per le scommesse sportive.
L’Ebit è pari a 1,3 milioni di euro: al termine del primo semestre 2011 era pari a 8,6 milioni di euro (-84,9%), la variazione è da ricondurre alle stesse motivazioni espresse per la diminuzione di ricavi ed Ebitda.
I risultati  economici della prima metà del 2012 evidenziano una perdita pari a 11 milioni di euro; l’analogo periodo dello scorso anno si era chiuso con una perdita di 7,5 milioni di euro (46,7%). 
 La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2012 è pari a 337,3 milioni di euro, nel primo semestre 2011 era pari a 349,5 milioni di euro.
   
Analisi della raccolta Snai su giochi e scommesse

Prosegue l’attività di ottimizzazione e razionalizzazione della rete di accettazione Snai, operazione dalla quale ci si attende una miglior performance in alcuni nuovi punti di vendita.
Nel corso del primo semestre 2012, è proseguita l’installazione degli apparati Vlt, che hanno permesso di coinvolgere nuovi giocatori e di consolidare la presenza Snai in questo segmento, dove ha raggiunto la quota di mercato del 5,5%.
L’ampliamento della rete Vlt ha raggiunto, al 30 giugno 2012, il numero di circa 3.300 apparecchi installati sui 5.052 previsti, pari a circa il 70% del totale (di cui circa n. 1450 apparecchi Barcrest inattivi alla data di oggi).
Il primo semestre del 2012 ha registrato una sensibile crescita dei giochi online in modalità cash, che ha consentito a questo segmento di aumentare la propria quota di mercato arrivando al 6,1%.
Le scommesse sportive hanno subito una contrazione della raccolta pari a 10,8%. L’aumento del pay-out ha provocato una riduzione dei ricavi attribuibili a questo segmento di gioco; nella seconda metà dell’anno proseguirà la  razionalizzazione e la redistribuzione della rete di accettazione ed è atteso un miglioramento del pay-out.
Perdura la contrazione delle scommesse ippiche, che nel semestre di riferimento registrano un  –33,3% rispetto ai primi sei mesi del 2011.

Snai, in seguito alle contestazioni di Aams del 4 giugno scorso (vedi comunicato stampa Snai del 4 giugno 2012), ha presentato in data 24 luglio alla stessa Amministrazione documenti che contengono “deduzioni e osservazioni” in merito alla vicenda del 16 aprile 2012 (quando furono registrate anomalie in presunte vincite ottenute con apparecchi Vlt Barcrest, vedi comunicato stampa del 18 aprile 2012). Aams, esaminati i documenti presentati da Snai, dopo aver proceduto alla “valutazione degli interessi coinvolti nel procedimento”, assumerà una propria determinazione circa la richiesta di archiviazione del procedimento formulata dalla società.

La società controllata Teleippica Srl ha partecipato al bando di gara europeo, indetto da Assi per la gestione  del segnale televisivo dedicato alle corse ippiche. In seguito al ricorso presentato al Tar del Lazio dall’altro unico concorrente, escluso dalla gara per mancanza di requisiti, la procedura proseguirà con l’apertura delle buste contenenti l’offerta tecnica, prevedibilmente nel mese di settembre.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.