Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giuffrè (Interpol): “Coordinamento e condivisione per combattere il match fixing”

  • Scritto da Ac

Milano - "Negli ultimi mesi il nostro obiettivo principale è creare una strategia di partnership tra i diversi attori coinvolti nel match fixing, dalla cima alla base, per confrontarsi e affrontare insieme il problema. Il coordinamento e la condivisione di informazioni sono fondamentali".

Lo afferma Daniela Giuffrè dell’Interpol Sport Integrity Office nel corso del seminario ‘Contrasto al match-fixing: un fattore chiave per l’integrità dello sport’.

 

"Il match fixing è un fenomeno vecchio come lo sport stesso, però è mutato, cresciuto e diventato una minaccia per lo sport stesso - aggiunge Giuffrè - Per questo l’Interpol ha avviato un processo di prevenzione, non solo coadiuvando le forze di polizia dei singoli paesi, ma siglando accordi significativi su tutti quello con la Fifa del 2011. Dopo quasi tre anni posso dire che la collaborazione e l’interesse dei Paesi al fenomeno sono molto cresciuti", ha continuato. "I calciatori hanno molta più paura della giustizia sportiva che di quella penale - ha concluso - per questo suggerisco alle Federazioni di rivedere i regolamenti e le sanzioni in questa direzione".

 

SPORTRADAR - “La convenzione internazionale contro il match-fixing è un’occasione che non possiamo lasciarci sfuggire”. È quanto afferma Andreas Krannich, Managing Director Strategy and Integrity di Sportradar, nel corso del seminario ‘Contrasto al match-fixing: un fattore chiave per l’integrità dello sport’. “Abbiamo un sistema di early-warning, con 30 esperti ad analizzare enormi quantità di dati. Sessanta arresti sono stati effettuati negli ultimi sei mesi, quindi il fenomeno esiste ancora, dal 2009 oltre 1500 partite sono state manipolate nel mondo per fini di scommessa. La Convenzione Ue sarà un impulso formidabile alla lotta contro il match fixing. Ora ai Paesi Ue spetta il compito di ratificarla”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.