Logo

Ippica, Ihra: 'Sbagliato aumentare partecipanti alle batterie'

L'Italian Horse Racing Association chiede un tavolo di confronto con il ministero e protesta contro aumento partecipanti alle batterie.

“Ultima ‘chicca’ la scelta, a pochi giorni dal via, di aumentare il numero dei partecipanti alle batterie del Derby di Trotto a 14, ennesimo esempio di totale mancanza di progettualità e di coerenza nella conduzione del settore”. Lo sottolinea l’associazione Ihra (Italian Horse Racing Association) insieme al Comitato Nazionale Galoppo, alla Federazione Nazionale Trotto e alla Federazione Società di Corse, commentando alcune scelte del Mipaaf. “La gestione ippica da parte del Mipaaf si è distinta nel periodo per le scelte errate, dalla programmazione cervellotica, che troppe volte ha portato a corse di pochi partenti, senza appeal per pubblico e scommettitori, fino alla mancanza di celerità e regolarità nei pagamenti di quanto spettante a proprietari, professionisti e allevatori, che non soltanto crea enormi problemi economici, ma compromette la credibilità del settore in Italia e all’estero.
Proprio in un momento dove il numero dei cavalli è in forte contrazione si decide di aumentare il numero dei partecipanti alle prove? Se la motivazione era cercare di racimolare qualche soldo dalle iscrizioni, Ihra ritiene che l’ente governativo avrebbe dovuto, prima, versare le iscrizioni dei Gran Premi passati, che continuano a non essere erogate alle scuderie che ne hanno pieno diritto”.
E l’associazione chiede alle istituzioni “un tavolo di incontro dove portare le nostre proposte e soluzioni sia a livello immediato che strategico e con le quali pianificare i cambiamenti da adottare per ridare certezze e futuro all’ippica nazionale”.
SIAG, SNAPT E APIGT - “Vorremmo sapere per trasparenza e per il settore chi siano le sigle firmatarie del trotto”. Lo affermano il Siag, lo Snapt e l’Apigt, commentando quanto affermato da Ihra. “Notiamo - continuano - inoltre, con molto piacere, che Paolo Russo riscriverà la riforma del settore a partire da molti punti a noi cari. Auspichiamo che i professionisti, come sempre chiesto, possano dire la loro attraverso le associazioni”.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.