Logo

Avv. Agnello: 'Bando Monti non ha consentito accesso a operatori esteri'

L'avvocato Daniela Agnello, che domani 13 aprile rappresenterà in Cjeu il bookmaker Uniq Group, evidenzia le 'falle' del bando Monti. 

“Domani 13 aprile dimostrerò che il bando Monti non è conforme al principio di parità di trattamento e a quello di trasparenza, ai principi di proporzionalità ed effettività”. Lo dichiara a Gioconews.it l'avvocato Daniela Agnello, che rappresenterà in Corte di Giustizia Europea rappresenterà Uniq Group nel ricorso contro il bando di gara 'Monti' del 2012, per il rilascio di 2.000 concessioni di scommesse sportive.

 

“La normativa italiana – prosegue - non ha offerto strumenti alternativi alle referenze bancarie, non ha indicato preventivamente il contenuto delle referenze, ha conferito all'amministrazione un potere illimitato”, evidenzia ancora il legale, secondo il quale, in sostanza, “la normativa italiana non ha consentito l'accesso agli operatori esteri”.  
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.