Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

L'avvocato Agnello: 'Prima pronuncia definitiva su discriminazione Stanleybet'

  • Scritto da Redazione

L'avvocato Daniela Agnello sottolinea come per la prima volta la Corte di Cassazione si è pronunciata in maniera definitiva su discriminazione di Stanleybet.

“La pronunzia della Corte di Cassazione dimostra, ancora una volta che la gara Monti è stata per l'operatore Stanleybet una gara non concorrenziale che prevedeva misure non proporzionate, poco chiare e poco trasparenti, rimesse alla discrezionalità dell'amministrazione. Nel frattempo, in tutta Italia vengono emessi provvedimenti di disapplicazione della sanzione penale e di dissequestro dei centri Stanleybet”.
Lo sottolinea l'avvocato Daniela Agnello nel commentare il pronunciamento odierno e nell'evidenziare che oggi 19 gennaio, “per la prima volta, la Corte di Cassazione III sezione penale ha confermato, con pronunzia definitiva, che l'operatore Stalneybet è stato discriminato nell'accesso al sistema concessorio italiano”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.