Logo

Stadio di Wembley, Governo Uk vieta sponsor di scommesse

Il Governo inglese vieterà gli sponsor di scommesse allo stadio londinese di Wembley se andrà a buon fine l'acquisto da parte del miliardario Shahid Khan.


Il Governo del Regno Unito ha stabilito di proibire i contratti di sponsorizzazione di gioco allo stadio londinese di Wembley, nel caso in cui il miliardario Shahid Khan riuscisse ad acquistarlo.
Khan, che possiede anche la squadra di calcio inglese della Premier League Fulham, ha offerto 600 milioni di sterline (pari a 665,3 milioni di euro) per lo stadio e la Football Association (Fa) inglese dovrebbe prendere una decisione sull'offerta entro la fine dell'anno.

Tuttavia, come riportato dal The Times a maggio, a Khan non sarebbe stato permesso di firmare un accordo sui diritti di denominazione per la sede fino al 2057, con l'Fa desiderosa di proteggere lo status di Wembley come la "casa del calcio inglese".

Il The Times ha ora affermato che gli sponsor di gioco non sarebbero ammessi allo stadio a causa della posizione della Fa su tali accordi.
A giugno 2017 l'Fa ha deciso di interrompere una partnership con Ladbrokes a seguito di un riesame del suo approccio a tali accordi commerciali.
Le attuali regole Fa proibiscono ai giocatori, agli allenatori e agli arbitri di scommettere sul calcio in qualsiasi parte del mondo. La Fa ha deciso di non associarsi con le società di scommesse a causa di questo approccio di "tolleranza zero" al gioco.
 
 
La Fa ha accettato di continuare a lavorare con Ladbrokes e altri bookmaker sulla condivisione di informazioni su modelli di scommesse sospetti come parte di uno sforzo più ampio per affrontare il match fixing nel calcio.
La mossa ha seguito un caso di alto profilo che coinvolge l'ex internazionale dell'Inghilterra Joey Barton, a cui è stato imposto un divieto di 18 mesi dallo sport dopo aver ammesso un'accusa di cattiva condotta relativa alle scommesse.
Barton, ora manager di terzo livello, Lega 1, club Fleetwood Town, è stato riconosciuto colpevole di aver piazzato oltre 1.200 scommesse sulle partite tra il 26 marzo 2006 e il 13 maggio 2016, che è in conflitto diretto con le rigide regole sulle scommesse della Fa.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.