Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Agnello: 'Più certezze e regole chiare sul gioco per evitare contenziosi'

  • Scritto da Ca

Daniela Agnello, legale esperta di gioco pubblico, auspica una maggiore certezza e regole univoche in materia.

 

Rimini - “Auspico maggiore certezza e regole chiare e univoche al fine di evitare contenziosi che provocano sprechi di risorse pubbliche e private. Come in tema di Ctd, imposta unica e Pvr”. Daniela Agnello, legale esperto di sportsbetting e gioco pubblico, fa il punto sul settore dall’Enada Primavera di Rimini con Gioconews.it. “Il problema delle regole è importantissimo, non riusciamo ad individuare il confine tra legalità e illegalità e questo non riescono a comprenderlo né gli operatori e neanche la stessa Agenzia delle Dogane e dei Monopoli - prosegue il legale - ad esempio dopo aver lavorato per anni per Stanleybet abbiamo capito che i Ctd sono leciti. Come detto lo spreco di risorse sia da parte degli operatori, da parte dei cittadini e da parte dello Stato è stato ingente. Il conto è salatissimo per tutti. Perché non lavorare su regole chiare e univoche?”

Un altro tema caldo sono i punti vendita e ricarica: “L’amministrazione pare ignorare il fenomeno, forse chi tace acconsente? Ci sono proteste informali e formali e non si capisce se si può proseguire con l’attività. Le ultime pronunce dicono che un computer accesso e una linea disponibile non comportano reato ma le forze dell’ordine intervengono lo stesso. Anche in questo caso il richiamo a regole certe sembra doveroso. Anzi, serve un progetto serio per il gioco pubblico italiano”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.