Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse, Calvi (Glms): 'L'intrattenimento sportivo digitale è il futuro'

  • Scritto da Redazione

Il presidente di Glms Calvi sottolinea, alla conferenza La Fleur's a Montreal, il ruolo delle scommesse sportive, veicolo di innovazione per il comparto.

La conferenza annuale La Fleur di quest'anno si è svolta dal 26 al 27 giugno a Montreal in Canada, riunendo oltre 200 esperti delll'industria del settore del gioco.

La conferenza si è concentrata sui clienti e sul loro rapporto con l'industria dell'intrattenimento, dimostrando che esso è un creatore di emozioni ed esperienze.
 
Intervenendo come relatore alla conferenza, il presidente di Glms, Ludovico Calvi, ha sottolineato che "le scommesse sportive sono un enorme veicolo per l'innovazione e la valorizzazione di una nuova e più coinvolgente esperienza di gioco dei clienti".
 
Calvi ha sottolineato che "le nuove macro tendenze dell'industria mostrano come le scommesse sportive siano state un fattore chiave nell'acquisizione di nuovi clienti di gioco, in particolare millennial e giovani adulti.
 
Attraverso le scommesse, infatti, la crescita dell'intrattenimento sportivo digitale andrà a beneficio anche di altri affari verticali, specialmente se guardiamo alle prestazioni di web e mobile rispetto ai prodotti tradizionali retail. La digitalizzazione dell'ubicazione retail e un approccio incentrato sui clienti svolgono un ruolo strategico nel guidare le tendenze dell'innovazione".
 
Calvi ha colto questa occasione anche per sottolineare che "in nessun caso gli operatori di scommesse sportive dovrebbero compromettere la responsabilità".
 
In questa occasione il presidente ha fatto riferimento al Codice di condotta sulle scommesse sportive di Glms che, in linea con la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive, include linee guida chiare e concrete per l'offerta e operazioni di scommesse sportive responsabili e sostenibili
Share