Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

CdS: 'Anche i giardini pubblici sono luoghi sensibili'

  • Scritto da Amr

Il Consiglio di Stato conferma che ai sensi della legge toscana sul gioco, anche i giardini pubblici sono luoghi sensibili.

 

Quale che sia lo stato di manutenzione, "l’area in questione è indiscutibilmente adibita a verde pubblico", "né per altro verso l’attuale stato in cui versa il giardino pubblico – ché di giardino pubblico, appunto, si tratta – osta al fatto che l’area possa essere frequentata, come in effetti è frequentata, da persone anziane e giovani, tra le persone più esposte al fenomeno della ludopatia proprio per la fragilità o l’immaturità della loro condizione psicofisica" e dunque, ai sensi dalla legge della Toscana, questo giardino pubblico è un luogo sensibile e le sale gioco devono rispettare un distanziometro di almeno 500 metri.

Lo sottolinea il Consiglio di Stato, nella sentenza con la quale conferma il giudizio di primo grado in merito al ricorso presentato da un esercente della provincia di Pisa, che si era rivolto al Toscana, dopo che la Questura aveva respinto la richiesta della licenza per l'apertura di un "corner" scommesse all'interno del bar di sua proprietà, troppo vicino però a un giardino pubblico.

I giudici sottolineano dunque che "anche i giardini pubblici possono a pieno titolo rientrare nella nozione di luoghi sensibili laddove essi costituiscano, come per lo più accade, posti di frequentazione e ritrovo in special modo per le categorie più deboli, come giovani e persone anziane, tra le più esposte al rischio della ludopatia, senza che osti a tale conclusione il fatto che detti luoghi possano essere frequentati per attività ludiche o sportive da altri soggetti o persino dalla collettività indifferenziata".

 

Share