Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sts: 'Scommesse, continuano le agevolazioni per i punti vendita'

  • Scritto da Redazione

Il Sindacato totoricevitori sportivi ricorda le agevolazioni messe sul piatto dai concessionari per i titolari di punti vendita scommesse per combattere la crisi e stimolare il ricorso al gioco legale.


"Scommesse e apparecchi da intrattenimento restano fermi almeno per tutto il mese di maggio. A questa triste certezza se ne accompagna un’altra di segno opposto. È quella data da Lottomatica ai titolari dei propri punti vendita scommesse: la conferma del blocco dei costi di ricevitoria per tutto il mese in corso.
Costi che non verranno recuperati in un secondo momento e che pertanto costituiscono un vero risparmio per i ricevitori.
In linea di continuità con le agevolazioni avviate fin da novembre 2020 – quando ci fu il secondo stop ai giochi causato dalla nuova ondata di contagi – Lottomatica rinnova anche altre importanti iniziative volte a supportare la propria rete di vendita".

Lo rende noto il Sindacato totoricevitori sportivi tirando le somme sulle agevolazioni messe sul piatto dai concessionari per i titolari di punti vendita scommesse, ancora chiusi in base al Dpcm vigente per il contenimento del Covid.
 
"La prima è l’aumento dell’aggio sulle scommesse sportive e virtuali al 35-40 percento con possibilità di incremento al 50 percento in applicazione degli incentivi legati all’iniziativa 'Batti il 10!' valida sino al 30 giugno 2021. Sempre grazie a 'Batti il 10!', anche l’aggio sui prodotti di Casinò – che vola al 25 percento – può schizzare al 35 percento.
Sempre in materia di giochi a distanza, fino a tutto il 30 giugno 2021 sono confermati l’aggio del 20 percento sull’importo delle prime ricariche di conti gioco aperti con servizio di pre-attivazione, l’aggio dell’1 percento dell’importo delle ricariche acquistate da clienti titolari di conti di gioco affiliati al singolo punto vendita e l’eliminazione del criterio di disaffiliazione", prosegue Sts.
 
"Anche per i titolari della rete Sisal si profila un mese di maggio esente da alcuni oneri di ricevitoria: la società milanese ha infatti confermato la sospensione del pagamento di tutti i costi relativi alle scommesse sportive e ippiche. Nello stesso tempo e in continuità con la raccolta fisica dei giochi numerici a totalizzatore, gli esercenti potranno incrementare i guadagni sulla rivendita delle carte di ricarica attraverso l’affiliazione dei clienti che stipuleranno il contratto di conto di gioco in ricevitoria.
In attesa che siano riaperti anche i giochi tutt’ora fermi, le agevolazioni provenienti dai concessionari hanno un duplice vantaggio: combattere la crisi supportando l’attività delle ricevitorie e stimolare il ricorso al gioco legale a danno del mercato clandestino", conclude la nota.
 
Share