Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Legge Bilancio, Figc: 'Tassa sulle scommesse e ripristino Adv gioco'

  • Scritto da Redazione

La Figc tratta con il Governo per inserire in legge di Bilancio sospensione fino al 2023 del divieto di sponsorizzazione del gioco al calcio e tassa dell'1% sulle scommesse sportive.

"Il mondo del calcio merita rispetto perché rappresenta un settore produttivo tra i più importanti: aiutando il calcio si aiuta il Paese a ripartire perché genera introiti fondamentali per lo Stato, coinvolge 12 categorie merceologiche garantendo decine di migliaia di posti di lavoro, ma soprattutto perché incide in maniera positiva nel nostro tessuto sociale. Stiamo lavorando incessantemente con il Governo per creare le condizioni necessarie all’accoglimento delle nostre richieste che, è bene ribadirlo, non prevedono aiuti diretti ma interventi normativi finalizzati nel breve periodo al riconoscimento del danno emergente generato dalla pandemia e nel medio periodo al supporto concreto delle autoriforme già avviate".

Queste le parole con cui Gabriele Gravina, presidente della Figc – Federazione italiana giuoco calcio, anticipa ai microfoni de Il Sole 24 Ore le "trattative" in corso con il Governo per inserire nella prossima legge di Bilancio alcune misure a supporto del settore, con effetti anche sul comparto del gioco pubblico.

Fra le ipotesi allo studio infatti ci sarebbe la sospensione fino al 30 giugno 2023 del divieto di sponsorizzazione da parte operatori del betting – chiesta anche la scorsa estate proprio da Gravina e anche dal presidente del Coni, Giovanni Malagò- e la creazione del "Fondo Salvacalcio" attraverso la destinazione, sempre fino al 30 giugno 2023, della quota dell'1 percento della raccolta sulle scommesse sportive che supera annualmente i 10 miliardi (assicurando un gettito di 250 milioni).
Il fondo da 100 milioni sarebbe gestito dalla Figc per sostenere anche il mondo dilettantistico, del calcio femminile e del settore giovanile e scolastico.
 
Ai primi di settembre la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali in occasione del Consiglio nazionale del Coni - Comitato olimpico nazionale italiano, aveva annunciato i lavori del Governo per la sospensione temporanea del decreto Dignità varato nel 2018 dal primo Esecutivo Conte, che ha sancito lo stop ale sponsorizzazioni delle società sportive da parte degli operatori di scommesse e giochi.
 
Share