Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Evangelista (Università Firenze): 'Norme limitano innovazione videoludica'

  • Scritto da Amr

Gennaro Evangelista, dell'Università di Firenze, evidenzia i motivi che rallentano l'innovazione del settore dell'amusement.

Riccione - "Nel settore videoludico c'è bisogno di un'autorizzazione per effettuare una qualsiasi modifica a dei software molto complessi, dove spesso si procede per tentativi ed errori. Sono convinto che questa limitazione finisca per porre un limite tremendo all'innovazione in questo campo, i costi finiscono infatti per superare i benefici". Lo sottolinea Gennaro Evangelista, dell'Unità di ricerca sulle nuove patologie sociali dell'Università di Firenze, intervenuto alla conferenza su "“L'intrattenimento in Italia: i giochi senza vincita in denaro tra impresa, società e regolazione", in programma al Palacongressi di Riccione in occasione della prima edizione della manifestazione “Fee: Family Entertainment Expo”, dedicata proprio a questo settore e che prende il via oggi, 17 marzo.

"Se pensiamo ai passi da giganti che ha fatto l'intrattenimento casalingo e lo paragonimiamo a quello che è lo stato delle sale, notiamo che c'è un gap di quasi dieci anni. A questo punto è quasi come se volessimo invogliare le persone a stare a casa e a giocare da sole, compromettendo ulteriormente la dimensione sociale del gioco. Ritengo che su questa mia ipotesi ci sia bisogno di indagare, di ottenere pareri e di condurre delle analisi empiriche".

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.