Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Eag 2019: tecnologia e innovazione al servizio dell’amusement

  • Scritto da Alessio Crtisantemi

Prosegue la fiera dell’amusement, a Londra e oggi è il giorno della tecnologia.

Londra - Questo è il giorno della tecnologia e dell’innovazione all’Eag & Vae Expo di Londra: la fiera internazionale dell’intrattenimento che giunge oggi, 16 gennaio, al suo secondo giorno della decima edizione che rappresenta la più ricca e ampia di sempre.

Anche in termini di contenuto. Anzi, soprattutto nei contenuti, proponendo un programma di seminari e corsi di formazione di alto livello che rappresentano il punto di forza di quest’anno dello show. Dopo il focus di ieri sul mercato italiano dell’amusement e sulla questione delle ticket redemption, divenuta a tutti gli effetti una questione internazionale, la fiera prosegue oggi con quello che è stato battezzato dagli organizzatori come L’Eag Technology Innovation Day, cioè il giorno dedicato alla tecnologia e all’innovazione applicate al business dell’intrattenimento.
 
“Comprendendo gli elementi chiave che stanno plasmando il settore dell'intrattenimento e del divertimento”, spiegano dal team di Eag.
 
Il programma dei seminari a tema parte alle 11 locali (le 12 in Italia) con la sessione dedicata a: “Benefici delle tecnologie digitali”. Una sessione che illustra i fattori chiave che guidano il divertimento dei videogame e nelle redemption e gli altri elementi del gioco tecnologico attuale nel settore dei divertimenti.
Dove a parlarne sono lo specialista Kevin Williams di Kwp, che offre una panoramica dell'attuale scena di intrattenimento immersiva e delle questioni che guidano il business, insieme a Justin Burke di SEga International che spiega come l’azienda ha abbracciato la realtà virtuale nel mondo occidentale rappresentando i 'Virtual Rabbids' di Lai, spiegando la propria visione nei confronti del mercato rispetto agli affari tradizionali del colosso Sega.
 
Alex Lurie di Vertigo VR - sviluppatore del nuovo 'Flyser' - guarda invece il mercato sia al punto di vista operativo che di sviluppo.
 
Alle 14 si parla invece di “Tecnologia immersiva”, guardando cosa sta guidando lo sviluppo di realtà virtuale è aumentata, l'emergere di XR nella scena e il modo migliore per farlo funzionare - con presentazioni di operatori e produttori delle ultime tecnologie.
 
Con Leif Peterson di Hologate: il sistema di realtà virtuale di maggior successo, che spiega come l’azienda stia riuscendo a mantenere questo successo.
 
Devi Kolli di AiSolve - sviluppatore di 'WePlayVR' - parla invece di come lavorare con il distributore di divertimenti e supportare il mercato.
 
Martin Howe di Immersivity - gli operatori del "Paraglide" - Racconta la recente installazione sul molo e come funziona il divertimento al mare.
 
Ale 15.30 si parlerà inoltre di come “Rinvigorire i millennial”, guardando le tendenze e le applicazioni che stanno guidando nuovi spettatori verso il luogo dell'intrattenimento, e come questo debba essere ridefinito per sopravvivere in un paesaggio che cambia.
 
Paul Collimore di Immotion torna per il secondo anno, guardando il successo di Immotions nell'avviare il gruppo di realtà virtuale e l'impatto che questo ha avuto sul mercato.
 
Thomas Hamilton di RUSHVR - startup VR arcade in Milton Keynes - guarda le insidie ​​e le questioni di questi nuovi business nel mercato attuale.
 
Julien Henrico di VEX Solutions - sviluppatore del sistema 'Vex' e nuovo pilota - racconta di come stanno entrando nel mercato del divertimento. Insomma, tanti temi per una giornata di lavori e approfondimento, all’insegna della tecnologia. E dell’innovazione.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.