Logo

Gdf contro il gioco illegale, sequestri e multe a Cagliari e Cremona

La Guardia di Finanza scopre un centro scommesse illegale a Cremona e quattro apparecchi da gioco irregolari a Cagliari.


Da Nord a Sud, sul territorio italiano proseguono i controlli della Guardia di Finanza per il contrasto al gioco illegale.
Chiuso un centro scommesse clandestino a Cremona, squestrati quattro apparecchi da gioco irregolari a Cagliari.


A CREMONA - I finanzieri del Comando Provinciale di Cremona, unitamente a personale
dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, della Polizia Locale e della Questura, hanno
effettuato un controllo presso una sala giochi ubicata in città, priva delle previste
autorizzazioni statali, dove si effettuavano scommesse sportive per conto di allibratori esteri. All’interno del centro scommesse ispezionato, si legge in una nota della Finanza, "al momento dell’accesso sono stati trovati una decina di scommettitori, quasi tutti stranieri maggiorenni. I finanzieri hanno deferito il gestore della sala scommesse alla locale Procura della Repubblica per esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa, fattispecie per cui è prevista una pena da tra mesi a sei anni di reclusione. Nella stessa circostanza, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha contestato l’omessa regolarizzazione da parte del soggetto che effettua raccolta di scommesse in violazione della Legge 190/2014, la Polizia locale ha elevato una sanzione amministrativa che va da 103,29 a 1.032,91 euro per la violazione del regolamento comunale sulle pubbliche affissioni e deferito il titolare alla locale Autorità giudiziaria per aver presentato in comune una falsa segnalazione certificata di inizio attività, la Questura ha proceduto, infine, a verificare che gli avventori, tutti extra comunitari, avessero i requisiti necessari alla regolare permanenza sul territorio dello Stato".
 

A CAGLIARI - Nell’ambito di un’attività di servizio a tutela del monopolio statale del gioco, le Fiamme gialle di Cagliari hanno sequestrato, presso un circolo ricreativo dell’hinterland cagliaritano, quattro videopoker irregolari privi dei previsti titoli autorizzativi rilasciati da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Per il titolare del circolo è scattata una sanzione amministrativa di 8mila euro.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.