Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tar Veneto ribadisce: 'Venezia, limiti orari al gioco ragionevoli'

  • Scritto da Fm

Ancora una volta il Tar Veneto ribadisce che i limiti orari al gioco vigenti nel Comune di Venezia sono ragionevoli e supportati da dati socio-sanitari.

 


"Il Collegio osserva che l’apertura delle sale giochi per 13 ore consecutive, compresi i giorni festivi, appare pienamente ragionevole e proporzionata, come tale immune dai profili sintomatici di eccesso di potere dedotti dai ricorrenti, anche considerando l’ampio potere discrezionale di cui gode in subiecta materia l’Amministrazione comunale, censurabile solo in ipotesi di manifesta sproporzione o irragionevolezza (insussistenti nel caso di specie)".


Questa la motivazione con cui, a pochi giorni di distanza da una sentenza analoga, il Tar Veneto torna a confermare la legittimità del regolamento sul gioco di Venezia.

 

"A differenza di quanto affermato nel ricorso, dalla lettura della delibera di Consiglio comunale n.50 del 10.11.2016 (che ha approvato il gravato Regolamento comunale) emerge chiaramente l’istruttoria compiuta nella fase procedimentale, laddove si fa riferimento, con riguardo al crescente fenomeno della ludopatia, agli esiti della relazione redatta dall’Osservatorio locale sulle dipendenze patologiche dell’Azienda Ulss n.12 Veneziana, nonché al 'Report Ser.D. sul Gioco d’azzardo patologico' della predetta Azienda Ulss n.12 Veneziana.
Né la previsione di apertura delle sale giochi 'dalle 8.30 alle ore 21.30 di tutti i giorni, compresi i festivi' (art. 14 del Regolamento de quo) presta il fianco alle doglianze mosse dalle ricorrenti", sottolineano i giudici.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.