Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lotteria degli scontrini, opposizione spinge per avvio a giugno

  • Scritto da Mr

In X e XII commissione alla Camera in discussione nuove misure per emergenza Covid: inammissibili le proposte di far slittare la Lotteria degli scontrini a giugno.

Portano la firma di Guidesi e Squeri, e di altri esponenti politici, rispettivamente di Lega e Forza Italia, le due proposte emendative al Dl 172/2020 recante ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus Covid-19, con le quali i due partiti di opposizione hanno tentato di far slittare l'avvio della Lotteria degli scontrini al prossimo giugno: invano, perché sono state dichiarate inammissibili.

La nuova data, visto che il gioco di Stato gratuito connesso agli acquisti cashless sarebbe dovuto partire già a inizio anno, dovrebbe essere quella del primo febbraio ma l'ufficialità arriverà solo con il provvedimento ad hoc che il Governo, con il decreto Milleproroghe (il cui iter di conversione in legge inizia oggi 13 gennaio con l'esame da parte delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera) ha dato mandato di emanare ad Agenzia delle dogane e dei monopoli e ad Agenzia delle entrate direttamente coinvolte nell'iniziativa.

L'opposizione a quanto pare spinge per uno start a metà anno; durante la seduta congiunta tra X commissione (Attività produttive, commercio e turismo e XII (Affari sociali) della Camera di lunedì 11 gennaio, le due proposte in tal senso sono state però dichiarate inammissibili poiché - come spiegato dalla presidente Marialucia Lorefice apportano modifiche al decreto legge n. 183 del 2020 (cosiddetto proroga termini o Milleproroghe appunto), in corso di esame parlamentare per la sua conversione.
 
GLI EMENDAMENTI  - Le due proposte di modifica all'articolo 2 del Dl in discussione, non prevedevano altro che la sostituzione della data 1° febbraio con quella del 1° giugno nel testo. 
 
Share