Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Freni: 'Tecnologia dell'App IO per far decollare lotteria scontrini'

  • Scritto da Redazione

Il sottosegretario all'Economia Federico Freni risponde a una interrogazione sulla lotteria degli scontrini, è dibattito sui dati forniti.

 

Il Governo si appresta a utilizzare la tecnologia alla base dell'app IO per far decollare la lotteria degli scontrini. Lo ha reso noto il sottosegretario all'Economia Federico Freni, rispondendo a una interrogazione in commissione Finanze.
Commentando la risposta di Freni, il vicepresidente M5S della commissione, Giovanni Currò, sottolinea: "Come noto, è stato il Cashback di Stato voluto dal governo Conte II a convincere milioni di contribuenti a iscriversi all'app della pubblica amministrazione. È curioso che proprio mentre si sospende a tempo indeterminato il Cashback, che stava funzionando egregiamente, se ne sfruttino le ampie ricadute positive".
"La verità - continua - è che il Cashback avrebbe dovuto essere confermato, consolidando l'avvicinamento dei cittadini ai pagamenti digitali e gettando le basi per una campagna anti evasione senza precedenti".

Critiche invece dall'associazione Consumerismo No Profit, secondo la quale i dati forniti oggi 3 novembre da Freni confermano "come l’iniziativa si sia rivelata un flop e non abbia incontrato l’interesse dei consumatori".
“Oggi gli esercenti che trasmettono i dati della lotteria sono solo il 26,8 percento del totale, ossia 369.000 su 1.320.000 – spiega il Presidente Luigi Gabriele – Questo perché il concorso, fin dalla sua partenza, ha riscontrato ostacoli e difficoltà in molte zone del paese, con numerosi negozianti che non hanno adeguato i registratori di cassa, per carenza di tecnologia o connessione o per le difficoltà nell’affrontare le spese di aggiornamento software. La bassa probabilità di vincita inoltre, 1 su 53 milioni, allontana e disincentiva i consumatori, molti dei quali non conoscono il concorso e continuano a preferire il contante ai pagamenti elettronici.
“La situazione peggiore si registra nei piccoli comuni – prosegue Gabriele – Qui stimiamo che meno del 20% dei cittadini abbia aderito al concorso. E’ andata meglio nelle grandi città ma anche qui si sono registrati problemi: ad esempio nella grande distribuzione ticket restaurant, sconti e buoni sono esclusi dalla Lotteria, così come i pagamenti misti (parte in ticket e parte con carte o bancomat), situazione che obbliga i consumatori a rinunciare o agli scontrini validi ai fini delle vincite, o ai pagamenti con buoni o ticket restaurant, perdendo in entrambi i casi un loro diritto”.

Secondo l'associazione, istituire estrazioni istantanee non è la soluzione al problema e il Governo farebbe bene a prendere atto del fallimento della Lotteria degli scontrini, dirottando le risorse a finanziare altre misure utili a combattere l’evasione.

 

Share