skin

Australia, la Nicc: 'Star non idonea ad avere licenza di gioco'

14 settembre 2022 - 17:02

L'Independent Casino Commission del New South Wales esprime un giudizio durissimo sulla compagnia australiana Star Entertainment.

Scritto da Mc
foto @joey_csunyo

foto @joey_csunyo

È un periodo difficile per uno dei più grandi operatori di casinò australiani, Star Entertainment, che deve affrontare un intenso controllo sulla natura della sua condotta finanziaria. In attesa del verdetto di una recente indagine con sede nel New South Wales, la società di gioco si è sentita in dovere di sospendere le sue attività di scambio di azioni. Ora, il risultato dell'indagine condotta dall'Independent Casino Commission (Nicc) dello stato sud-orientale conferma i peggiori timori dell'azienda in difficoltà.
La Nicc ha infatti dichiarato che c'erano "un governo sistemico, rischio e fallimenti culturali" nell'approccio operativo di Star e che, vista l'entità dell'attività finanziaria illecita di Star, l'impresa non è idonea al possesso di una licenza di gioco.
L'indagine, lanciata a settembre 2021, ha affrontato una serie di accuse mosse al gigante dei casinò in difficoltà. Le due contravvenzioni più degne di nota alludevano a significative violazioni dell'antiriciclaggio, nonché alla manipolazione illegale della piattaforma bancaria UnionPay. Quest'ultima questione sarà riesaminata anche quando le autorità del Queensland mobiliteranno la propria indagine su Star, in quanto il vicino settentrionale del New South Wales ha confermato la sua intenzione di indagare già all'inizio dell'estate.

"Il rapporto è, francamente, scioccante. Fornisce la prova di un'ampia rottura della conformità in aree chiave dell'attività di Star", afferma Philip Crawford, il capo commissario di Nicc, aggiungendo che "l'arroganza istituzionale di questa azienda è stata mozzafiato e la loro volontà di correre rischi per perseguire obiettivi finanziari obiettivi è stato spaventoso".
I resoconti dei media all'inizio di questa settimana suggerivano che la società con sede a Brisbane avrebbe incontrato un destino simile a quello dei Crown Resorts, che sono stati anche oggetto di indagini statali interne. Nel caso di Crown, i funzionari hanno consentito la continuazione di una licenza per casinò, ma ciò è stato messo in guardia da una serie rigorosa di condizioni. Tuttavia, data la natura delle note di indagine del Nicc, Star potrebbe non ricevere una sospensione simile.
L'operatore ha due settimane per rispondere ai risultati; il Nicc ha già annunciato che resisterà a qualsiasi punizione fino a quando non avrà ricevuto la risposta di Star.

Altri articoli su

Articoli correlati