skin

Concessioni casinò in Svizzera, rinnovo 'facile' in Ticino

03 marzo 2023 - 09:56

Pubblicate le richieste per le nuove assegnazioni per le case da gioco in Svizzera: ecco i dettagli di quelle presentate per le tre zone ticinesi.

Scritto da Amr
foto di stephen-leonardi-6M0iEJChHhk-unsplash

foto di stephen-leonardi-6M0iEJChHhk-unsplash

Ventinove richieste totali di concessione, con diversi richiedenti in concorrenza per la stessa concessione in quattro zone e altri dodici richiedenti che hanno richiesto simultaneamente un’estensione della concessione per svolgere giochi da casinò in linea
Ma chi ha fatto richiesta in Ticino, in due casi su tre non una nuova concessione ma l'estensione di quella vigente, deve (o almeno dovrebbe) stare tranquillo, visto che ci sono tre concessioni disponibili, e per ciascuna c'è un solo candidato.
A fare il punto, al termine della procedura di attribuzione, è la Commissione federale delle Case da gioco, che rende noti i dettagli delle richieste presentate, sulle quali si riserva appunto di decidere.

Per la zona 1 Ginevra, l'unico richiedente, che ha chiesto l'estensione della concessione, è Casino du Lac Meyrin Sa, mentre per la zona 2 Losanna ci sono più richieste: Casino du Léman Sa, Gcdl Sa, Projet Casino Prilly Sa. Niente competizione a Montreux, zona 3, con l'unica richiesta di estensione della concessione da parte di Casino de Montreux Sa, mentre per la zona 4 Neuchatel si candida Casino Neuchatel Sa. Ancora, per la zona 5 Giura è in corsa Casino du Jura Sa, e per la zona 6 Friburgo la Société fribourgeoise d'animation touristique Sa.  Sarà gara per la zona 7 vallese, con la richiesta di Casino des Alpes Sa, quella di Casino du Valais Sa e quella della Société du Casino de Crans-Montana Sa.  

Per la zona 8 Lucerna, Grand Casino Luzern Ag ha chiesto l'estensione della concessione, mentre per la zona 9 Berna la Grand Casino Kursaal Bern Ag ha chiesto anch'essa l'estensione della concessione. C'è poi la zona 10 Oberland Ost, con Casino Interlaken Ag che chiede l'estensione dell'attuale concessione, mentre per la zona 11 Basilea si candidano Airport Casino Nasel Ag (estensione della concessione) e Swiss Casino Oftringen Ag.
Veniamo alla zona 12 Baden Aarau, per la quale ha chiesto l'estensione della concessione Grand Casino Baden Ag, mentre per la zona 13 Svitto è l'attuale concessionario, Casino Zyrichsee Ag a candidarsi di nuovo.  

Ancora, per la zona 14 Zurigo si candida Swiss Casinos Zurich Ag e per la 15, Winterthur, il candidato è Swiss Casino Winterthur Ag.  Quanto alla zona 16 Sciaffusa, è Mw Managament & Event Ag a chiedere la concessione, mentre per la zona 17 San Gallo ci sono più candidati: Casino Admiral Management Ag e Gran Casino St. Gallen Ag. Per la zona 18 Sarganserland corre Casino Bad Ragaz Ag, mentre per la zona 19 Grigioni settentrionale si candida nuovamente Casino Davos Ag e per la zona 23 Grigioni meridionale chiede il rinnovo della concessione Casino St. Moritz Ag. 

LA ZONA LOCARNO – Veniamo dunque al Ticino, dunque ai casinò più vicini al confine italiano. Per quanto riguarda la zona 20, che dispone di una concessione di tipo B, Casinò Locarno Sa ha presentato la sua richiesta di estensione della concessione. 
Il suo azionariato al momento del deposito della richiesta è 81 percento Stadtcasino Baden Ag; 19 percento Ace Swiss Holding Ag. La società conta di raggiungere nel 2029 una cifra d’affari dei giochi di 52,7 milioni di franchi, di cui 22,6 milioni di franchi dai giochi terrestri e 30,1 milioni di franchi dai giochi online, oltre che di investire 10,2 milioni di franchi per l'avvio dell'esercizio.
Quanto alle spese previste, sempre con il 2028 come anno di riferimento, la società prevede 20,9 milioni di franchi di tassa sulle case da gioco (Tcg), di cui 9,6 milioni di franchi dal gioco terrestre e 11,4 dal gioco online; 6,8 milioni di franchi di salari (90 posti di lavoro) e 0,9 milione di franchi di versamenti per scopi di utilità pubblica.

LA ZONA LUGANO – La zona 21 Lugano dispone di una concessione di tipo A. A richiedere l'estensione della concessione è Casinò Lugano Sa, i cui azionisti al momento della richiesta sono al 65,7 percento Città di Lugano; al 28,80 percento Casinos Austria (Swiss) Ag; al 5,50 percento piccoli azionisti.
Quanto all'utilità economica prevista per il 2029, la società stima una cifra d’affari dei giochi di 63,6 milioni di franchi, di cui 37,8 milioni di franchi dai giochi terrestri e 25,9 milioni di franchi dai giochi online. Conta inoltre di spendere 26,3 milioni di franchi di tassa sulle case da gioco, di cui 17,1 milioni per il gioco terrestre e 9,2 milioni per quello online, oltre che 12,2 milioni di franchi di salari (180 posti di lavoro) e di effettuare, si legge "alcun versamenti (sic) per scopi di utilità pubblica”. Gli investimenti previsti per l’avvio dell’esercizio ammontano a 2,2 milioni di franchi.

LA ZONA MENDRISIO – A pochi chilometri dal confine con l'Italia c'è appunto la zona Mendrisio, che dispone di una concessione di tipo B.
Ne chiede la concessione Casinò Admiral Sa, il cui unico azionista, al momento del deposito della richiesta, è Ace Swiss Holding Ag. 
La società prevede che nel 2028 avrà una cifra d'affari di 78,1 milioni di franchi, mentre le spese sarano così ripartite: 40,1 milioni di franchi di tassa sulle case da gioco, 15,7 milioni di franchi di salari (201 posti di lavoro), 5,9 milioni di franchi di versamenti per scopi di utilità pubblica. Conta inoltre di investire 14,6 milioni di franchi per l'avvio dell'esercizio. Inoltre, per la nuova concessione è prevista l’installazione di oltre 400 avveniristiche slot machine e il mantenimento di 25 tavoli da gioco. Sarà altresì presente un’ampia area dedicata al regolare svolgimento dei tornei di poker.

Altri articoli su

Articoli correlati