Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

La sentenza del Tar Lombardia su sala gioco e asilo nido

  • Scritto da Redazione

Il Tar Lombardia accoglie per difetto di istruttoria il ricorso di una sala gioco non autorizzata dal Comune di Castegnato (Bs) perché vicina ad un asilo nido.

 

Con una sentenza il Tar Lombardia ha accolto il ricorso di una società di gioco contro il Comune di Castegnato (Bs) per non aver accolto la comunicazione di inizio lavori per interventi in edilizia libera in un locale destinato a sala giochi, in quanto "la Giunta Regionale, con delibera DGR n. X/1274 dei 24.1.2014 ha stabilito che l'installazione di nuovi apparecchi elettronici per il gioco d'azzardo lecito sia possibile solo in locali situati ad una distanza inferiore a 500 mt dai luoghi sensibili". Il diniego era stato motivato con la vicinanza del  locale ad un asilo nido che per il Comune doveva considerarsi quale "struttura residenziale o semiresidenziale operante in ambito sanitario o socio-sanitario" e pertanto un luogo sensibile. 


Per leggere la sentenza del Tar clicca qui. (Il contenuto è visibile solo agli utenti registrati. Per scaricarlo è necessario registrarsi al sito, è semplice e gratuito, per farlo puoi cliccare qui. O, in alternativa, si può accedere direttamente attraverso il proprio profilo Linkedin, Facebook, Twitter o Google). 

 

Share