Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Firenze, il 13 aprile un convegno sui giochi pubblici con il sottosegretario Baretta

  • Scritto da Redazione GiocoNews

S'intitola 'Il rischio e la regola: i giochi pubblici come patologia, impresa e politiche delle istituzioni' il seminario di studi promosso dall'Unità di ricerca sulle nuove patologie sociali dell'Università di Firenze e in programma a Villa Ruspoli il 13 aprile alle ore 15. Fra gli operatori del settore e le personalità che si confronteranno sulle molteplici sfaccettature del tema ci saranno Pier Paolo Baretta, sottosegretario di Stato all'economia e finanza, e il presidente di Sistema Gioco Italia Massimo Passamonti. Gioco News sarà media partner dell'iniziativa.

 

 

GLI INTERVENTI - Il programma del convegno prevede i contributi di Massimo Morisi, Ordinario di Scienza politica Dipartimento di Scienze politiche e sociali con 'Il gioco come prospettiva plurale'; Franca Tani, Ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione Dipartimento di Scienze della salute, con 'Il gioco d’azzardo come patologia: gli indicatori di rischio';  Massimo Passamonti, presidente Sistema Gioco Italia, con 'Cultura d’impresa e responsabilità sociale nell’offerta di gioco';
Raffaele Curcio, presidente Sapar, con 'Il gioco senza vincita in denaro: quale futuro?'; Cino Benelli, avvocato amministrativista, con 'Giochi e scommesse in attesa di regole. Il contributo della giurisprudenza'; e infine Pier Paolo Baretta, sottosegretario di Stato all'economia e finanza, con 'La riforma delle norme e le politiche pubbliche sul gioco d’azzardo'.

 

IL CONFRONTO - Nel corso del dibattito poi interverranno esperti e operatori del sistema socio sanitario, studiosi, imprenditori del settore, amministratori pubblici, tra i quali David Baroncelli (sindaco di Tavarnelle Val di Pesa),Sara Biagiotti (presidente Anci Toscana e sindaco di Sesto Fiorentino), Matteo Biffoni (sindaco di Prato), Sandra Boddi (assessore alle Politiche Sociali, Comune di Greve in Chianti), Sara Funaro (assessore alle Politiche sociali, Comune di Firenze), monsignor VAsco Giuliani (presidente dell'Opera Diocesana di Assistenza), Massimiliano Pescini (sindaco di San Casciano in Val di Pesa) e Giacomo Trentanovi (sindaco di Barberino Val d’Elsa).

 

Share