Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

#azzardotivinco, alberi di Natale contro la ludopatia

  • Scritto da Redazione

Le amministrazioni comunali di Cairate, Fagnano Olona e Ispra (Varese) insieme a And-Azzardo e Nuove Dipendenze hanno realizzato alberi di Natale dedicati al problema della ludopatia e azzardopatia.

Contro il gioco d'azzardo patologico, tre Comuni in provincia di Varese sono scesi in campo per dimostrare la vicinanza a tutte quelle famniglie colpite dal disturbo del gioco d'azzardo.

Il coordinamento dei Comuni contro l’overdose da gioco d’azzardo (ente capofila Comune di Samarate in provincia di Varese e referente scientifico associazione And-Azzardo e Nuove Dipendenze) ha sostenuto un progetto volto a diminuire i consumi d’azzardo ideato dalle amministrazioni comunali di Cairate, Fagnano Olona e Ispra in provincia di Varese.
 
Tre Comuni aderenti alla campagna #azzardotivinco hanno allestito nelle sedi comunali tre differenti creativi alberi natalizi con palline molto speciali: moniti di allerta che potranno attirare l’attenzione delle persone che passeranno in Comune durante questi giorni festivi.
 
Le tre amministrazioni promotrici dell’iniziativa, con il supporto di And hanno scelto proprio questi giorni di festa per dare spazio all’ennesima azione della campagna di sensibilizzazione in merito al problema del gioco d’azzardo che da mesi portano avanti con vari mezzi.
 
“Abbiamo deciso di puntare su questo tema delicato in questi giorni di festività perché sappiamo che il tema dell’azzardopatia purtroppo colpisce da vicino anche diversi nostri cittadini” afferma l’assessore Laura Morosi di Cairate, Comune nel quale sino al 12 gennaio oltre all’albero sarà esposta anche la mostra “Sguardi d’Azzardo” che già era stata ospitata nei mesi scorsi a Fagnano e Ispra.
 
“Ci sono infatti sempre più famiglie che si rivolgono chiedendo aiuto ai servizi sociali proprio per questa ragione” puntualizzano l’assessore ai Servizi sociali Felice Pigni e l’assistente Sociale Lucia Galli di Fagnano Olona. “Sappiamo purtroppo però che molti - pur vivendo questo problema - non chiedono aiuto, magari per vergogna o per timore” prosegue il sindaco di Ispra Melissa De Santis.
 
Del resto i volumi di investimento economico anche in questi piccole cittadine raggiungono vette impressionanti: nell’anno 2017 nei giochi d’azzardo legali sono stati raccolti 3 milioni di euro a Cairate (circa 400 euro per ogni cittadino), poco meno di 5 milioni di euro a Ispra (spesa pro capite di circa 941 euro) e ben 10 milioni di euro a Fagnano (con una media pro capite di circa 813 euro).
 
“Questi dati ci fanno dire che non bisogna abbassare la guardia, ma bisogna continuare a lavorare insieme” afferma Nicoletta Alampi, assessore ai Servizi sociali del Comune di Samarate (capofila del coordinamento). “Ci auguriamo quindi che questi inconsueti addobbi natalizi possano offrire una via di uscita a tutte quelle persone (giocatori e familiari) che soffrono a causa del gioco d’azzardo” conclude la dottoressa Capitanucci di And: “il problema non è semplice, ma si può affrontare: da più di 15 anni accogliamo le famiglie gravate dall’azzardo allo sportello di ascolto e orientamento gestito dalla nostra associazione, occupandoci sia del supporto emotivo, sia di quello concreto legato all’indebitamento. Il percorso di uscita dall’azzardopatia può partire con una telefonata: 339-3674668. Per cominciare l’anno nuovo all’insegna del cambiamento”.

 

Share