Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Covid, Ventimiglia limita orari dei locali e degli apparecchi da gioco

  • Scritto da Fm

Il sindaco di Ventimiglia vara ordinanza anti-Covid valida fino al 30 novembre che limita gli orari delle attività economiche cittadine e di alcuni tipi di apparecchi da gioco.

Resterà in vigore fino al al 30 novembre l'ordinanza appena firmata dal sindaco di Ventimiglia (Im), Gaetano Scullino, che introduce una nuova “Disciplina degli orari e dei turni di chiusura delle attività economiche cittadine – (commercio al minuto, pubblici esercizi, spettacoli e trattenimenti pubblici, attività artigianali, attività di prestazione di servizi)”, modificando e integrando l'ordinanza sindacale n° 79 del 13 maggio 2015, come già modificata e integrata con ordinanze n° 93 del 15 giugno 2020 e n° 97 del 1° luglio 2020.

 

Come? Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande comprese quelle alcoliche possono restare aperti per tutti i giorni dell’anno, con un minimo di 5 ore giornaliere di apertura al pubblico, entro i seguenti limiti orari: dalle ore 5 alle ore 24 da lunedì a giovedì; dalle ore5,00 alle ore 00.30 nei giorni di venerdì, sabato, domenica, prefestivi e festivi; le attività accessorie - di cui all’art. 62 Tuc - (piccoli trattenimenti: musica strumentale e dal vivo, attrezzature di svago, apparecchi musicali, televisivi, meccanici e da gioco) – possono svolgersi tutti i giorni della settimana dalle ore 10 alle ore 24.
 
Proprio quest'ultima misura ha destato i dubbi di alcuni operatori di gioco con vincita in denaro, che dal 2018 devono sottostare a un'altra ordinanza: la n° 220, che prevede lo spegnimento, dalle 7 alle 19, delle slot machine e delle altre apparecchiature da gioco con vincite in denaro negli esercizi commerciali e pubblici e nelle sale da gioco in città, la cui validità è stata confermata dal Tar sul finire dello scorso anno dopo una serie di ricorsi.
 
A chiarire questi dubbi interviene lo stesso Comune, su sollecitazione di GiocoNews.it: “L'ordinanza di Scullino vale solo per i flipper o i calciobalilla, i piccoli apparecchi da gioco compresi nella licenza accessoria di somministrazione, mentre sono fatte salve tutte le categorie non disciplinate dal provvimento, quindi l'ordinanza 220 del 2018 e i limiti per le slot e Vlt restano in vigore”.
 
Share