Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco e criminalità, Uif Bankitalia sottolinea i rischi da lockdown

  • Scritto da Redazione

Secondo l'unità di intelligence finanziaria italiana occorre intensificare i controlli per evitare infiltrazioni criminali.

Nella sua newsletter mensile l’unità di intelligence finanziaria di Bankitalia ha ricordato il pericolo di un “incremento di possibili comportamenti illeciti può aversi nel settore dei giochi e delle scommesse online” contro il quale è necessario intensificare i controlli.

Già a febbraio l'Unità di informazione finanziaria per l'Italia istituita presso la Banca d'Italia con funzioni di contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, aveva ricordato "il tradizionale interesse delle organizzazioni criminali per i profitti connessi con il settore”, chiedendo nella sua comunicazione mensile, una “particolare attenzione”  nei confronti delle “operazioni di cessione e acquisizione degli esercizi commerciali nel comparto (del gioco), anche a livello locale".

Ora l’Uif Bankitalia mette in guardia dai pericoli riguardanti l’online: “Le misure di distanziamento sociale e la conseguente crescita delle attività svolte per via telematica – riporta la breve nota – hanno contribuito alla diffusione delle transazioni online e all’impiego di “Atm evoluti” o di strumenti di pagamento basati su app mobile; occorre intensificare i controlli nonché considerare i rischi connessi con l’utilizzo del dark web e delle piattaforme o app di brokeraggio. Un incremento di possibili comportamenti illeciti può aversi nel settore dei giochi e delle scommesse online i cui profitti destano da sempre l’interesse delle organizzazioni criminali”.

 

Share