Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Libro blu Adm, appello di Minenna: 'Gioco, regole chiare per contrasto illegalità'

  • Scritto da Redazione

Dal palco della presentazione del Libro blu Adm 2020, il Dg Minenna torna a chiedere alla politica la razionalizzazione delle norme sul gioco, per contrastare illegalità e garantire controlli.

Roma - “Oggi celebriamo 20 anni di Libro blu, l’amministrazione di Adm è al servizio del Paese dall'Unità d'Italia in materia di accise, dogane e monopoli. E questo è bello, perché crea tradizione, ma è anche fonte di stratificazione normative: noi siamo regolati, regoliamo e vigiliamo con oltre 3500 norme. Credo che servano razionalizzazione, semplificazione, un testo unico, anche per la materia dei giochi, perché avere regole chiare è il primo strumento di contrasto all’illegalità, è il primo strumento di vigilanza”.

È l'appello lanciato alla politica da Marcello Minenna, direttore generale dell'Agenzia delle accise, dogane e monopoli, nel suo intervento alla presentazione del Libro blu, tenutasi oggi, 10 settembre, in quel di Roma.

 
In questa prospettiva, prosegue Minenna, “è evidente che serve anche una evoluzione organizzativa, verso un modello di autorità al passo coi tempi. L’Agenzia si sta misurando con la guerra dei dazi, Brexit, la logistica, l’abbassamento dei prezzi in dogana, la Via della seta, il raddoppio del canale Suez; quello che era vero agli inizi del 2000 ora è completamente falsificato, e l'Agenzia ha reagito a queste esigenze con un forte dinamismo e capacità di innovare le procedure, ma c'è l’esigenza di mettere mano all’apparato regolamentare in un’ottica di semplificazione”.
 
Minenna nel corso del suo intervento si sofferma sulla presentazione della “Nuova Lotteria Italia – Disegniamo la fortuna con il Terzo settore. L’iniziativa, che ha visto la ricezione di 150 disegni realizzati da artisti con disabilità appartenenti ad associazioni del Terzo settore, si è conclusa con la scelta delle 12 opere che saranno inserite nel frontespizio dei biglietti della Lotteria Italia 2021. “L’iniziativa è importantissima, riprende la tradizione: tanti anni fa la Lotteria Italia lanciava dei giovani artisti, molti di questi sono nelle gallerie di arte moderna di tutto il pianeta. Abbiamo deciso di reinventarla, in un’ottica inclusiva, in un modo nuovo, originale, al passo coi tempi”.
 
MINENNA: “RIORDINO GIOCO, SOLO UN RALLENTAMENTO” - A margine della presentazione del Libro blu, Minenna poi ha risposto alle domande di giornalisti specializzati.
Io credo che le regole debbano essere omogenee, che non debbano discriminare il settore. Il Governo sicuramente farà la scelta più costruttiva per consentirne il monitoraggio, perché garantire il gioco legale vuol dire contrastare quello illegale”, esordisce, in merito al “pericolo” di un terzo lockdown per il comparto, alla luce di quanto avvenuto in alcuni comuni della Sicilia finiti in “zona arancione” per una recrudescenza di contagi ed ospedalizzazioni, dove è stato consentito lo svolgimento delle attività di gioco e l'accesso ad esse solo ai clienti dotati di green pass.
Quanto agli “impedimenti” che al momento bloccano l'attesa riforma del gioco, il Dg ricorda che attualmente ci sono “molti cantieri aperti, quindi si generano rallentamenti. Però noi stiamo sul pezzo e stimoliamo adeguatamente il confronto in merito”.
Quanto all'online, Minenna si sofferma sul riferimento al comparto fatto durante la tavola rotonda di oggi dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese: “Mi è sembrato chiaro nel rappresentare che bisogna distinguere legale e illegale. Purtroppo durante la pandemia ci sono stati soggetti che hanno 'vestito' legalmente il gioco facendo sembrare che si stesse operando nell'ambito di sistemi di controllo monitorati dall'Agenzia, e così non era. Però il ministro ha spiegato anche che ci sono stati importanti coordinamenti dell'Agenzia con i comitati di ordine pubblico e interventi sul territorio ad ampio spettro attraverso il Copregi, da noi presieduto”.
Con un'altra domanda viene posta la questione del possibile rallentamento del riordino per la mancanza di un sottosegretario al ministero dell'Economia e delle finanze con delega ai giochi, dopo le dimissioni di Claudio Durigon. “Queste sono decisioni di ampio respiro e quindi vengono affrontate dal ministro e dal Consiglio dei ministri, quindi io non credo che ci sia rallentamento su nessun settore. Il Governo è impegnato al massimo in tutti i suoi ambiti, come si vede dalle varie riunioni continuative che vengono fatte”, rimarca Minenna, che poi evidenzia, fra i dati del Libro blu 2020, “gli interventi compiuti in 100 comuni, movimentando migliaia di agenti di forze di polizia e funzionari di Adm, e la chiusura di numerose sale gioco illegali”.
 
Share