Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Pucci (Astro): 'Allo studio proposta di riforma che umanizzi il gioco'

  • Scritto da Daniele Duso

Dopo il Comitato di presidenza il presidente Pucci conferma che l'associazione sta lavorando a una proposta che tenga conto di esigenze occupazioni, erariali e di salute pubblica.

 

“Stiamo redigendo una proposta di riforma del gioco che umanizzi la nostra offerta e sia condivisibile con le altre associazioni di categoria”. Così Massimiliano Pucci, presidente di Assotrattenimento, dopo il Comitato di presidenza dell’associazione. “Stiamo cercando di mettere a sistema i quattro settori che rappresentiamo per arrivare a realizzare un proposta da presentare al Governo”. 

Un lavoro, dunque, orientato alla riforma del settore alla quale il governo, come già anticipato, dovrebbe iniziare a breve a mettere mano. “Siamo convinti che senza la compartecipazione del settore qualsiasi riforma può diventare un problema per tutti”, aggiunge Pucci, “per questo stiamo redigendo una proposta che porteremo al direttivo del 14 ottobre. Subito dopo cercheremo di avviare una serie di incontri, con la politica e con altre associazioni, per condividerla almeno nei suoi punti essenziali”.

Qualche anticipazione? “Posso solo dire che si tratta di una proposta che cerca di contemperare le esigenze occupazioni, erariali e di salute pubblica”, spiega Pucci. “L’esigenza di una riforma c’è, e noi un’idea ce l’abbiamo. Pensiamo a una riforma che umanizzi la nostra offerta e dia risposte a quella ricerca di sostenibilità che il post pandemia sta chiedendo a tutti i settori produttivi”.

Share