Logo

Catania: scommesse illecite, multa da 50mila euro a punto gioco

I funzionari dell'Agenzia dogane e monopoli scoprono raccolta illecita di scommesse in un punto gioco regolarmente autorizzato, gestore multato per 50mila euro.

Costa caro al gestore di un esercizio di Catania regolarmente autorizzato per l'esercizio del gioco a distanza la decisione di offrire ai suoi clienti anche la possibilità di puntare sulle scommesse sportive, in modo illecito.

Nel corso di alcuni controlli, i funzionari dell'Agenzia dogane e monopoli di Palermo hanno infatti scoperto che nell'attività era possibile effettuare giocate inferiori a due euro e per eventi sportivi diversi da quelli previsti nel palinsesto ufficiale Adm, tramite alcuni bookmaker esteri privi delle autorizzazioni; inoltre, i tagliandi di gioco non riportavano le avvertenze obbligatorie inerenti al rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro.

 

I personal computer utilizzati per le scommesse sono stati sequestrati e al gestore, denunciato all’Autorità giudiziaria, è stata comminata una sanzione amministrativa per un importo superiore ai 50mila euro.
 
Rimane da quantificare l’Imposta unica sulle scommesse non versata all’Erario, oltre alle sanzioni e agli interessi.
 
PROVINCIA DI ROMA, SCOPERTA INTERMEDIAZIONE DI RACCOLTA SCOMMESSE – Le scommesse illecite sono al centro anche di un altro caso portato alla luce dai funzionari di Adm, ma nella provincia di Roma. L’attività investigativa, svolta sulla base delle direttive impartite della Procura della Repubblica di Civitavecchia, si è basata sulle informazioni ricavate da appositi applicativi creati e gestiti dall'Agenzia ed è stata avvalorata da multiple attività di controllo condotte sul territorio. Al soggetto attenzionato, già rinviato a giudizio, è stato contestato il reato di cui all’articolo 4 della legge n. 401/1989 per aver effettuato intermediazione nell'attività di gioco.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.