Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Iscritta al Ries senza licenza, 30mila euro di multa per sala giochi

  • Scritto da Redazione

Titolare di una sala giochi multato per aver dichiarato all'atto dell’iscrizione all’elenco Ries di essere provvisto di licenza per installare apparecchi, pur non avendola conseguita in realtà.

Una sala giochi priva di licenza comunale ex art.86 Tulps per l’installazione dei giochi leciti, nonostante il titolare dell'attività avesse dichiarato - all'atto dell’iscrizione all’elenco Ries - di esserne in possesso.
A scoprirla la Polizia di Stato – Divisione amministrativa della Questura di Rovigo e i funzionari dell’Agenzia delle accise, dogane e monopoli in servizio presso l’Ufficio Monopoli Veneto nell’ambito dei servizi volti al contrasto del gioco illegale.

La "bugia" è costata cara all'uomo, che ha rimediato sanzioni per 30.000 euro per la violazione dell’articolo 110 comma 9 lettera f-bis Tulps.

All’esito degli accertamenti è stato avviato il procedimento di cancellazione dall’iscrizione
all’elenco Ries per la proprietà, il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo degli apparecchi e terminali idonei al gioco lecito con vincita in denaro, come previsto dall’art. 110 comma 6 del Tulps.

Stando a quanto si legge in una nota diramata da Adm, "il titolare dell’esercizio sarà, altresì, segnalato all’Autorità giudiziaria per aver infondatamente dichiarato il possesso della predetta licenza nelle autocertificazioni presentate ai fini dell’iscrizione all’elenco Ries".
 
Share