Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Saracchi (Adm): 'Gioco da regolare e regolamentare'

  • Scritto da Ca

Stefano Saracchi, direttore giochi di Adm, sottolinea l'importanza della regolazione del gioco, fenomeno da approcciare in maniera trasparente.

"Sul gioco può essere travisato ogni singolo dato e ogni singola parola e ci vuole coraggio ad affrontare questo tema con un approccio onesto e trasparente. L'Agenzia delle dogane e dei monopoli è sorpresa favorevolmente, e porto i saluti del direttore generale Marcello Minenna, di questa ricerca. Ad analisti e tecnici come noi questa ricerca di carattere qualitativo e quantitativo non può che piacere".

Lo afferma Stefano Saracchi, direttore giochi di Adm, nel suo intervento alla presentazione dei risultati dell’Osservatorio sul gioco realizzato da Swg in collaborazione con Igt, oggi, 5 luglio, a Roma, nell'ambito dell'evento "Giocare da grandi. Le rilevazioni dell'Osservatorio sul gioco pubblico 2020-2022" promosso dal progetto culturale ed editoriale Formiche.

"Non si parla solo di ludopatia e patologia - sottolinea Saracchi - ma di come approcciare in maniera trasparente il gioco. Non è un demone e va solo regolato e regolamentato.
La struttura del gioco deve essere in grado di vigilare ogni intervento con un’attenzione unica. Dobbiamo sapere dove trovare i punti di gioco e dobbiamo fissare e individuare tutti quegli strumenti che possano offrire un gioco sostenibile e giusto, passatemi il termine.

Dal punto di vista semantico ci è piaciuta l’accezione 'giocare a' e 'giocare per'. Capire lo strumento e l’obiettivo di chi gioca è fondamentale. Interessante anche la distinzione tra lotterie e non lotterie. Tutto questo si articola in controllo e questo spetta alla nostra agenzia tramite i nostri strumenti e controllo anche digitale. Dalla ricerca ai evince che i players non avrebbero difficoltà ad essere tracciato i e questo ci può aiutare a vigilare e a prevenire ma non a reprimere".

Il rapporto "è utilissimo ed è stato condiviso nella direzione giochi e ringraziamo Igt che vada avanti su questa strada", conclude Saracchi.

Share