Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco illegale Polonia, Nik: 'Combattere operatori senza licenza'

  • Scritto da Redazione

Secondo Supreme Audit Office (Nik), il mercato del gioco polacco è cresciuto ma è oscurato dal settore illegale che opera nel Paese: il ministero delle Finanze è pronto a debellarlo.

Il Supreme Audit Office polacco (Nik) è deciso a debellare il gioco illegale dando potere al ministero delle Finanze e fornendo ad esso le risorse per combattere gli operatori senza licenza.

"Il mercato delle scommesse polacco (comprese le operazioni legali e illegali) - secondo fonti istituzionali - è cresciuto fino a raggiungere i 7,9 miliardi di Pln (1,63 miliardi di sterline / 1,82 miliardi di euro / 2,02 miliardi di dollari) per il 2018, rispetto ai 5,0 miliardi di Pln del 2015.
 
Gli operatori legali guadagnano somme di denaro aumentate di più del 600 percento a 3,88 miliardi di Pln entro il 2018.
 
Sebbene leggermente ridotto, il mercato illegale è ancora presente. Gli esperti affermano che il valore delle scommesse online senza licenza è aumentato del 42 percento nello stesso periodo, a 4,01 miliardi di Pln, pari al 51 percento del mercato.
 
La Polonia ha introdotto la legge sul gioco il 1° aprile 2017. La legge ha esteso l'imposta sul fatturato del 12 percento per i bookmaker terrestri online. Ha inoltre consegnato all'operatore statale Totalizator Sportowy il monopolio dei casinò online e delle lotterie promozionali.
 
Le tasse sul gioco sono aumentate da 1,64 miliardi di Pln nel 2017 a 1,90 miliardi di PLN nel 2018, ma i soldi non sono ancora stati all'altezza delle previsioni del Governo. Nik ha dichiarato che ci sono stati ritardi nei prodotti di lancio del casinò di Totalizator Sportowy.
 
Sono stati fatti molti ritardi, specialmente quando si tratta di lanciare sale giochi slot e persino prodotti di gioco online.
 
Al fine di proteggere e migliorare Totalizator Sportowy, le autorità polacche hanno sequestrato circa 63.000 slot machine illegali e multato numerose aziende più piccole o anche individui.
 
La Polonia - ribadiscono le fonti - ha introdotto la prima lista nera del Paese di operatori senza licenza dal 1° luglio 2017. Il numero di questi domini è cresciuto costantemente. Nik ha criticato la lista nera e la sua efficacia, perché altri fattori, come le telecomunicazioni, non hanno collaborato con il ministero delle Finanze e hanno causato ritardi. A volte, il ministero era costretto ad agire contro le telecomunicazioni che ostacolavano la giustizia.
 
Pertanto, la legge sul gioco è stata aggiornata per dare maggiori poteri al ministero in modo da poter risolvere questi problemi più rapidamente.
 
Tuttavia, gli operatori offshore rimangono una spina nell'occhio per le autorità polacche. Alcuni di loro sono difficili da ottenere (a causa dei domini dei cloni) e il Paese non ha il potere di perseguitare queste società in generale".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.