Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Malta: Mga rafforza le regole di contrasto all'illegalità

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Con una nota pubblicata dal regolatore dei giochi maltese viene rafforzata l'azione di contrasto e controllo dell'Autorità sul mercato.

La Malta Gaming Authority, regolatore del gaming dell'Isola europea, ha appena pubblicato una nota orientativa per aiutare a comprendere le modalità con cui esercita la propria discrezionalità nella selezione della natura e della portata delle misure esecutive adottate in caso di violazione della legge da parte degli operatori di gioco.

Il provvedimento – già esaltato dal numero uno dell'organismo, Heathcliff Farrugia, in occasione del suo intervento alla fiera Sigma - è particolarmente rilevante per i titolari di licenze in quanto espone le circostanze e le azioni a cui l'Autorità attribuisce particolare importanza nei suoi processi decisionali, inclusa l'intersezione tra un licenziatario in violazione e l'Autorità.

Le misure di enforcement disposte da Mga sono introdotte da un avvertimento relativo al caso in cui "la violazione in questione non compromette direttamente il raggiungimento di uno degli obiettivi normativi stabiliti dalla legge" e il comportamento del licenziatario include una delle circostanze che prevedono delle attenuanti.
Una sanzione amministrativa viene imposta quando la violazione commessa mina uno o più obiettivi regolamentari; e, o la violazione commessa non pregiudica uno o più obiettivi normativi, ma il comportamento del licenziatario include una o più circostanze aggravanti; e, o il recente track record di conformità del licenziatario, in generale, non è sufficientemente buono.
La licenza viene invece sospesa quando vi sono problemi che compromettono la capacità della persona autorizzata di condurre le proprie operazioni in modo conforme alla legislazione applicabile, sebbene a tali problemi possa essere posto rimedio con le azioni appropriate che il licenziatario si impegna a intraprendere.
La licenza viene invece annullata quando l'operato del licenziatario è influenzato da “problemi sistemici” che nella determinazione dell'Autorità non possono essere risolti in modo soddisfacente affinché il licenziatario riprenda le operazioni. Infine, in relazione alle violazioni di natura criminale, la considerazione sopra prevista, nonché le circostanze aggravanti e attenuanti, guidano la decisione dell'Autorità in merito all'opportunità di offrire una soluzione regolamentare all'autore del reato o di optare per l'inizio del procedimento di revoca. L'Autorità è inoltre autorizzata anche a pubblicare qualsiasi sanzione imposta agli operatori dandone notizia sui propri canali.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.