Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Taglio del nastro per Ice London, occhi puntati sull'Italia

  • Scritto da Ac

Via 'ufficiale' per Ice, la fiera londinese del gaming che esalta l’industria e spinge il progresso. Con uno sguardo anche sull'Italia, con il panel di Gioco News, e gli esports.

Londra - Una cosa sola è certa nel mondo del gaming: le novità non mancano mai. Non dal punto di vista dei prodotti e dei servizi, che evolvono e si susseguono a ritmo sfrenato di pari passo con il progresso tecnologico, ma neppure in termini di regolamentazione, con i legislatori nazionali che oltre a inseguire lo sviluppo dell’industria devono rapportarsi con le diverse sensibilità emergenti e con le pressioni di politica e opinione pubblica che sempre più spesso impongono scelte anche drastiche nei confronti del settore.

Lo sanno bene gli operatori italiani, falcidiati da restrizioni e divieti di vario genere (come quello di pubblicità imposto dal decreto Dignità, divenuto celebre a livello mondiale perché eccessivo e sproporzionato) e sottoposti alla gogna mediatica e alla ghigliottina politica ormai ogni giorno.
Ma su questo, purtroppo, tutto il mondo è paese, con diverse nazioni che stanno adottando restrizioni (ma non divieti assoluti, come da noi) per coltivare un non ben definito consenso elettorale. Un incrocio di situazioni che pone interrogativi non semplici da risolvere per gli addetti ai lavori (e neppure per i regolatori), con investimenti sempre più ingenti da effettuare per rimanere sul mercato e una competitività sempre più sfrenata, mentre diminuiscono gli spazi e le possibilità di fare impresa.
Ma è proprio in questo garbuglio che diventa fondamentale fermarsi a riflettere, guardandosi attorno e guardando pure avanti, a cosa propone il futuro, ma anche approfondendo le tematiche di più stretta attualità che condizionano l’industria e i mercati. A questo servono (ancora oggi) le fiere di settore e nessuna come l’Ice di Londra, per quanto riguarda il settore del gioco, offre uno scenario così completo, approfondito e quindi globale, in grado di orientare, guidare e condizionare le scelte di tutti gli stakeholder che intervengono nell’industria. Legislatori compresi.
 
Anche quest’anno, come ogni edizione, non mancano gli spunti di riflessione e i temi di estrema attualità che propongono le sfide di ogni segmento e di ogni Paese.
Come spiega Ewa Bakun, direttore della divisione “Insight and Engagement” di Clarion Gaming, la società organizzatrice della kermesse in questa intervista rilasciata a Gioco News, nella quale esplora le novità e i contenuti della fiera, in programma fino al 6 febbraio. Con uno sguardo particolare sull’Italia, a cui la fiera dedicata peraltro un approfondimento particolare con il panel organizzato da Gioco News all’interno del World regulatory briefing ospitato nella sezione di conferenze Ice Vox, oggi, 4 febbraio. 
 
 
Quali sono i temi principali che vengono affrontati in questa edizione di Ice?
“Anche quest’anno, come sempre, c'è una grande varietà di argomenti tra l’International Casinò Conference, il vertice sull'ospitalità, il briefing sulle normative mondiali, quello sulla modernizzazione delle lotterie, sul crimine informatico, su marketing e pubblicità ospitati da Ice Vox, oltre ai vari briefing nazionali a partecipazione gratuita, ai seminari sul gioco tribale, quelli su diversità e inclusione, protezione del consumatore e la gara per le start-up al ‘Pitch Ice theatre’.
Gli argomenti chiave riguardano la protezione dei consumatori, le crescenti pressioni normative, la revisione del Gambling Act nel Regno Unito, l'apertura di nuovi mercati, come l'Ucraina o la Germania, l'ospitalità e i resort integrati, la reputazione dell'industria e la percezione del pubblico e, naturalmente, l'innovazione”.
 
 
Quali novità presenta la manifestazione rispetto agli anni precedenti?
“Ci sono molti nuovi sviluppi ad Ice 2020, con particolare attenzione dedicata agli esports attraverso l'investimento dedicato alla creazione dell’arena esports; oltre all'estensione del programma di educazione dedicato ai casinò terrestri con una più ampia indagine su come la tecnologia dell'ospitalità può migliorare le esperienze dei consumatori, ed emozionanti sessioni a cura di Tom Watson, Usain Bolt e Danny Rogers. Ma ci sono anche nuove start-up che si propongono al Pitch ospitato dall’Ice theatre e crescenti sforzi di raccolta fondi per cause benefiche attraverso la Consumer Protection Zone”.
 
Gli esports, dunque, sono al centro di Ice 2020: cosa vi aspettate da questo fenomeno?
“Esaminiamo gli esports da diversi anni ma l’edizione 2020 di Ice compie un balzo in avanti con un investimento adeguato e completo, a testimonianza della nostra fiducia nel modo in cui gli esports possono trasformare l'industria. Ci sarà una grande arena di esports con tornei dedicati che consentono ai nostri visitatori di vivere la stessa esperienza degli spettatori, oltre a una conferenza dedicata al settore degli esports che si svolgerà in parallelo per saperne di più su questo fenomeno”.
 
 
Che ruolo avrà l’Italia in questa edizione di Ice in termini di aziende espositrici e visitatori?
“L'Italia, come uno dei più grandi mercati di gioco d'azzardo al mondo, sarà presente tra i nostri espositori ma anche attraverso le sessioni offerte a Ice Vox, con un'intera tavola rotonda dedicata alla discussione sull'impatto del divieto di pubblicità e sui cambiamenti alla procedura di licenza”.
 
 
L’Italia, come è risaputo, è stato il primo Paese a introdurre un divieto totale di pubblicità dei giochi. Che influenza sta avendo questo avvenimento nel panorama internazionale a livello di regolamentazione?
“Chiaramente l'eccessiva pubblicità aggressiva del gioco d'azzardo e delle scommesse è ormai un argomento di ampia portata nell'industria e il divieto totale dell'Italia rischia di offrire lezioni interessanti a quelle giurisdizioni, come la Spagna, che stanno prendendo in considerazione misure così drastiche”.
 
 
Gioco News Panel at Ice Vox 2020
All'interno della cornice del Wrb – World Regulatory Briefing, ospitato dal ciclo di conferenze Ice Vox della fiera Ice London 2020, Gioco News propone un focus sul mercato italiano focalizzato sui recenti cambiamenti normativi, in parallelo agli aggiornamenti relativi a: Regno Unito, Germania, Olanda, Svezia, Ucraina e altro che si svolgeranno in tavoli paralleli.
Come cambia il mercato con le nuove leggi del Governo? Tra restrizioni e nuove opportunità, vengono delineate nuove gare d'appalto per i giochi terrestri e online.
Che impatto ha il divieto di pubblicità sul mercato italiano e globale?
Speakers:
Quirino Mancini, Partner of Tonucci and partners
Marco Castaldo, Ceo of Microgame
Ludovico Calvi, Presidente Global lottery monitoring system
Christian Tirabassi, Senior Partner Ficom Leisure
 
Share