Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Spagna, Garzón: 'Gioco online, stop ai bonus di benvenuto'

  • Scritto da Redazione

Il ministro spagnolo del Consumo, Alberto Garzón, annuncia una delle misure contenute nella bozza di decreto sul gioco che sarà sottoposta a consultazione pubblica questa settimana.

Cominciano a trapelare ulteriori dettagli sul progetto di decreto sul gioco su cui è al lavoro il Governo della Spagna, la cui bozza sarà sottoposta a consultazione pubblica questa settimana.

Nel corso della presentazione del progetto Eficaz sviluppato dalla Federazione spagnola dei giocatori di gioco d'azzardo riabilitati (Fejar) e dall'Associazione spagnola di Fintech e Insurtech, che mira a impedire ai giocatori che lo richiedono volontariamente di accedere ai cosiddetti " crediti rapidi "per continuare a giocare, il ministro degli Affari dei consumatori, Alberto Garzón, ha annunciato l'intenzione di vietare le "campagne aggressive" con bonus "di benvenuto" nelle pagine di gioco online, mettendo un limite massimo alle promozioni, pari a 100 euro.

 

Lo strumento – comprensivo di un registro di autoesclusione - sarà attivato nella seconda parte dell'anno e sarà supportato dal ministero del Consumo per incrementare le registrazioni.
 
 
Quanto alla bozza di decreto, è prevista anche la limitazione degli spot sul gioco tra l'1 e le 5 del mattino, mentre l'apertura delle case di scommesse potrebbe slittare a dopo le 22, ma questa misura dipende dalle Comunità autonome, che sono quelle che hanno poteri sul gioco terrestre.
 
Pochi giorni fa l'eurodeputata navarrese Adriana Maldonado, membro della commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, ha inviato una lettera a tutti i membri del Parlamento europeo per raccogliere il numero massimo di firme e inviarla al commissario per il mercato interno, Thierry Breton, con l'obiettivo di stabilire un quadro legislativo con norme minime europee nel campo della pubblicità del gioco online poiché "le pubblicità sono spesso fuorvianti e distorte e possono condurre a comportamenti folli e dannosi".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.