Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Valle Aosta, commissione Servizi sociali: 'Sì a Pdl sul gioco'

  • Scritto da Redazione

Nella seduta del 29 novembre la commissione Servizi sociali del Consiglio regionale della Valle d'Aosta approva progetto di legge per la limitazione del gioco.

“Esprimo soddisfazione per il parere favorevole in particolare sulla proposta di legge che escluderà la presenza del gioco d'azzardo dai luoghi sensibili della nostra regione e che tutelerà le persone più fragili dall'incubo della ludopatia”.

Questo il commento del vicepresidente della commissione Servizi sociali del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, Andrea Manfrin (Lega VdA), all'approvazione del progetto di legge sul contrasto al gioco patologico esaminati nella seduta di oggi, giovedì 29 novembre.

 

La proposta di legge presentata dai gruppi consiliari Lega Vallée d'Aoste, Movimento 5 Stelle, Mouv', Impegno Civico, Alpe e sottoscritta dalla Consigliera Rini (GM) - è volta a modificare i termini per l'applicazione delle misure di prevenzione e di contrasto alla dipendenza dal gioco d'azzardo.

 

Sul testo, di cui è relatore il consigliere Andrea Manfrin (Lega VdA), è stato espresso parere favorevole a maggioranza, con l'astensione del gruppo Uv.
 

IN CONSIGLIO IL 5 E 6 DICEMBRE - I gruppi consiliari Lega Vallée d'Aoste, Mouv', Movimento 5 Stelle, Impegno Civico, Alpe e Gm-Consigliera Rini, sottoscrittori della proposta di legge 11, che anticipa di diversi anni i termini di entrata in vigore del rispetto delle distanze di 500 metri, dei locali in cui è consentito il gioco d'azzardo, dai luoghi sensibili (scuole, strutture sanitarie e sociali, ecc.), esprimono grande soddisfazione per l'approvazione del provvedimento da parte della quinta commissione.

“La proposta di legge - commentano i Consiglieri dei gruppi -, passata a larghissima maggioranza, con la sola astensione dell'UV, verrà discussa già la prossima settimana, durante il Consiglio regionale del 5 e 6 dicembre, e rappresenterà un mezzo efficace per contrastare un fenomeno, quello della ludopatia e del gioco d'azzardo patologico, che, anche nella nostra regione, ha ormai assunto livelli critici”.

 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.