Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dondi (Nomisma): 'Gioco, pubblicità influenza in modo marginale'

  • Scritto da Daniele Duso

L'amministratore delegato di Nomisma, Luca Dondi, evidenzia il ruolo marginale della pubblicità nell'incentivare al gioco.

Milano - Nell'ambito della presentazione della ricerca sulla propensione al gioco dei giovani tra 14 e 19 anni Luca Dondi, amministore delegato di Nomisma, commenta i dati raccolti tra i ragazzi, evidenziando: “L'inizio al gioco è per curiosità o per caso. Più contenute le altre motivazioni come divertimento, voglia di socializzare o speranza di vincere. La pubblicità gioca un ruolo non significativo in termini di attivazione, solo l'8 percento ci racconta di essere stato influenzato o incuriosito dalla pubblicità. Non è limitandosi al contenimento della pubblicità che si può bloccare il fenomeno”.

Inoltre, “dal 54 percento del 2014 siamo passati al 48 percento di studenti che hanno provato il gioco almeno una volta all'anno”.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.