Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ddl Bilancio, M5S: 'Controllo orari gioco ai Comuni con rete Sogei'

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Emendamento Movimento 5 Stelle a Ddl Bilancio per consentire ai Comuni di controllare orari apparecchi da gioco attraverso rete informatica interna predisposta da Sogei.

 

"Controlli più facili sugli orari di accensione di slot e videolottery. Arriva l'emendamento che aiuta tutti i Comuni che hanno regolamenti per limitare gli orari e vogliono controllare con facilità il rispetto delle norme".

Così i parlamentari del Movimento 5 Stelle Enrico Baroni e Francesco Silvestri presentano l'emendamento alla legge di Bilancio di cui sono firmatari insieme con altri trenta colleghi dello stesso gruppo.

"Al fine di rendere effettive le norme degli enti locali che disciplinano l'orario di funzionamento degli apparecchi (Slot - Vlt) per monitorarne il rispetto ed di irrogare le relative sanzioni, gli enti locali si potranno avvalere di una rete interna di tipo informatico predisposta dalla Sogei", si spiega nell'emendamento.

 

Il software che garantirebbe a tutti i Comuni che hanno regolamenti no-slot per la limitazione degli orari ha un costo molto ridotto. "Alla copertura di 30mila euro per l'anno 2019 provvede l'Agenzia dei Monopoli e delle Dogane nell'ambito delle risorse disponibili nel proprio bilancio" spiegano Baroni e Silvestri. "L'emendamento in questione è perfettamente in linea con diversi punti del contratto di governo che parla di 'trasparenza per le società dell'azzardo' e 'limitazione negli orari di gioco' e siamo certi troverà ampio consenso trasversale per favorire l'opera di controllo dei sindaci che in tutta Italia sono in prima linea a combattere questa battaglia di civiltà”.
 
 
IL PREU PER LA RICARICA DELLE AUTO ELETTRICHE - Fra gli emendamenti in materia di gioco c'è anche quello di Leu, a firma Muroni, Fassina, Pastorino e Fornaro, che propone di finanziare le infrastrutture per la ricarica delle auto elettriche attraverso l'aumento del prelievo erariale sugli apparecchi da gioco.
“Al fine della realizzazione di infrastrutture di ricarica per auto elettriche, incentivarne l’utilizzo, nonché per lo sviluppo del mercato della mobilità elettrica, alle spese documentate per l’acquisto e installazione di impianti di ricarica, incluse spese per acquisto e installazione di impianti di ricarica di veicoli elettrici parti comuni degli edifici condominiali è applicata una detrazione dell’imposta lorda pari al 65 percento degli importi documentati, nel limite massimo di 100 milioni di euro”, recita l'emendamento. “Conseguentemente ai maggiori oneri derivanti dall’attuazione del comma 1 valutato in 100 milioni di euro anni a decorrere dall’anno 2019 si provvede fino al relativo fabbisogno mediante il maggior gettito proveniente dalla seguente disposizione. All’articolo 80 le parole % dello 0,50 sono sostituite con le seguenti 0,75”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.