Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sigma Malta, Farrugia (Mga): 'Dal 2020 maggiori controlli sul gioco'

  • Scritto da Ac

Alla fiera Sigma Malta, l'Ad di Mga Farrugia parla di gioco illegale e delle nuove regole che stanno entrando in vigore per la sicurezza del Paese.

Ta’ Qali, Malta - "Non sono giorni normali per il Paese, quelli in cui si celebra l’edizione 2019 di Sigma, come ha voluto sottolineare anche il vice primo ministro Chris Fearne. Ma il mercato del gaming locale non si ferma e, anzi, rilancia. Con l’autorithy del settore che punta forte sulla compliance e su maggiori controlli nel 2020".

Ad affermarlo è Heathcliff Farrugia, amministratore delegato della Malta Gaming Authority, intervenendo alla conferenza di apertura della fiera.
 
“Stiamo combattendo duramente il gioco illegale che a differenza di quello legale non garantisce entrate per lo Stato e sicurezza per i consumatori”, spiega Farrugia.
 
“Siamo convinti - afferma l'Ad di Mga - che si possa fare ancora molto per proteggere l’industria legale e lo stiamo facendo”.
 
Il numero uno di Mga si dice inoltre fiducioso che le nuove regole che stanno entrando in vigore a Malta favoriranno i controlli. “Abbiamo avviato diverse indagini su operatori internazionali e ora possiamo controllarli meglio e sanzionarli grazie ai nuovi poteri previsti dalla legge. Entro la fine dell’anno avremo i primi risultati concreti di questa azione”.
 
Farrugia ha parlato anche della collaborazione con gli altri Paesi europei: “Una convergenza delle regole a livello comunitario è possibile ma ci vorrà tempo. Condividiamo gli stessi obiettivi con altri Paesi come la sicurezza dei giocatori, la trasparenza finanziaria, la lotta al crimine e la correttezza delle pubblicità. Anche se il fatto che la Commissione europea abbia abbandonato l’esperimento di un gruppo di esperti di gioco online rappresenta un passo indietro. A inizio dicembre, però, ci sarà un incontro a Bruxelles per tornare a parlare di regole comuni. Si tratta quindi di un nuovo inizio”.

 

Share