Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Legge Ue e impegno contro l'azzardo, il plauso del M5S

  • Scritto da Redazione

La tutela dei minori nella legge di delegazione europea passa per il divieto di pubblicizzare il gioco d'azzardo, Lorefice (M5S): 'Tema che il Movimento segue da anni'.

Nell'ambito del dibattito in Aula al Senato, della legge di delegazione europea 2019, di fresca approvazione proprio a Plazzo Madama, il senatore pentastellato Pietro Lorefice, ha avuto modo di intervenire, per dichiarazione di voto, sull'impianto generale del Ddl e sui temi che sono entrati a far parte del testo normativo e che stanno particolarmente a cuore al Movimento cinque stelle. Fra questi, l'onorevole Lorefice non ha dimenticato di citare il contrasto alla pubblicità del gioco d'azzardo.

L'intervento della legge europea sulla disciplina dei servizi dei media audiovisivi, delegando al Governo un riordino generale della normativa e recependo, altresì, cambiamenti intervenuti in Europa in materia di tutela della dignità umana e dei minori, è anzi il primo che l'esponente del M5S Lorefice cita, parlando all'Aula del Senato. Il riferimento insomma è all'articolo 3 così come modificato anche in virtù dell'emendamento proposto dalla senatrice Nadia Ginetti di Italia viva.

Tra le misure incluse, c'è la promozione delle opere europee e il divieto di pubblicità del gioco d'azzardo; su quest'ultimo Lorefice dichiara: "Si tratta di un tema seguito da anni dal MoVimento 5 stelle con la massima attenzione". Assieme a questo Lorefice nel suo intervento cita il codice delle comunicazioni elettroniche e in modo particolare sottolinea l'impegno in materia di Ambiente.

"Oggi - ha detto il senatore Lorefice annunciando il voto favorevole del M5s che ha consentito tra gli altri l'approvazione della legge di delegazione europea 2019 - diamo alle imprese e a tutti gli altri attori un quadro normativo maggiormente chiaro e omogeneo che gioverà alla ripresa delle normali attività economiche e allo sviluppo dell'Italia"

 

Share