Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Danimarca: 'Uomo e giovane, questo l'identikit del giocatore problematico'

  • Scritto da Redazione

In tre nuovi documenti dell'autorità danese per il gioco d'azzardo i risultati degli ultimi due anni di attività.

La Danish Gambling Authority all'autorità Danese per il gioco d'azzardo ha presentato tre nuove pubblicazioni relative al gioco. Due di questi documenti riguardano il problema del gioco compulsivo, mentre il terzo documento mostra un identikit del giocatore medio nel Paese.

La maggior parte degli account per il gioco d'azzardo online è creata da giovani uomini. È questo l'identikit del giocatore tipico del gioco. I dati raccolti da Danish Gambling Authority mostrano che la maggior parte degli account per i Casinò online e nei siti di scommesse in Danimarca sono creati da uomini. Nel contempo si è registrato che gli account sono in gran parte creati da giovani, sempre uomini, ma al di sotto dei 36 anni di età.

Il gioco d'azzardo online in Danimarca ha raggiunto una quota di mercato veramente considerevole, nel corso del 2019 la spesa su casinò online e siti di scommesse è arrivata quasi 4 miliardi di corone danesi (oltre 530 milioni di euro), equivalente del 41 percento del totale del mercato del gioco d'azzardo in Danimarca.

A gennaio 2019 l'autorità danese ha aperto Stop Spillet, una linea telefonica diretta dedicata al gioco responsabile e al gambling compulsivo, capace di dare consigli e sostegno a eventuali giocatori problematici. Dall'inizio dell'operatività sino a dicembre 2020 l'help line danese ha ricevuto 1185 chiamate, l'analisi delle quali mostra che la maggior parte delle persone che hanno problemi col gioco d'azzardo sono uomini che hanno cominciato a giocare in giovane età. Il 57 percento delle chiamate ricevute è arrivato da giocatori che avevano capito, o che credevano, di avere dei problemi col gioco d'azzardo. Le chiamate da parte di familiari sono state il 39 percento del totale mentre un 4 percento delle segnalazioni è arrivato da figure professionali in contatto con i giocatori.
 
Nel frattempo, come dimostra il terzo dei documenti presentati dall'autorità danese, da quando il Paese, primo al mondo, ha introdotto il sistema di auto esclusione Rofus (acronimo, in danese, di registro delle auto esclusioni), nel 2012, un numero sempre maggiore di giocatori ha scelto di autoescludersi dal gioco d'azzardo. Attualmente sono circa 25mila i giocatori registrati in Rofus, di questi il 76 percento sono uomini.
Share