Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ippodromo Palermo riapre il 22 maggio, ecco le immagini dei lavori

  • Scritto da Fm

Procedono a grandi passi i lavori di risistemazione dell'ippodromo La Favorita di Palermo, pronto a riaprire i battenti il 22 maggio.

La notizia era nell'aria, dopo il riconoscimento come società di corse per l’anno 2021 della Sipet, che si è aggiudicata per 30 anni la gestione dell'ippodromo La Favorita di Palermo, ma ora ha finalmente il crisma dell'ufficialità: l'impianto riaprirà i battenti il 22 maggio.

Un traguardo che giunge dopo la chiusura pluriennale per infiltrazioni della criminalità nella raccolta delle scommesse (dal dicembre 2017) e due bandi comunali andati deserti, fino alla candidatura dei toscani della Sipet, che se l'è aggiudicato per un canone di 166mila euro annui e che nel pieno dell'emergenza Covid ha avviato i lavori per la risistemazione della struttura ormai decisamente a buon punto, come mostrano le immagini presenti alla fine di questo articolo.

Un lavoro la cui bontà è stata riconosciuta anche dal ministero delle Politiche agricole che oltre all'apertura del 22 maggio ha calendarizzato due convegni anche il 26 e 29 maggio e sette giornate a giugno: il 2, il 5, il 9, il 16, il 19, il 23 e il 30. Con una dotazione media per convegno di 38.500 euro.
Il 18 dicembre 2021 infine è previsto il Premio Città di Palermo per cavalli di 3 anni maschi e femmine, due gruppi 3 con dotazione di 40.040 euro sulla distanza del miglio.

Per arrivare pronti a queste scadenze, si sta mettendo tutta la struttura a norma, dal punto di vista degli impianti tecnologici, con la posa della fibra ottica per le linee dati e il transito dei segnali video e audio, il rifacimento del sistema di cronometraggio, l'installazione di un maxi schermo.
Di pari passo, è iniziata la rimozione di oltre 7mila metri quadri di amanto presenti nel complesso: un indubbio beneficio non solo per l'ippodromo in sé ma anche per i cittadini palermitani, che negli anni scorsi hanno depositato numerosi esposti sulla presenza di questi materiali nell'area, altamente cancerogeni.

Cambiamenti importanti sono stati fatti anche nella pista, con la messa a dimora di nuovi cavodotti e pozzetti, necessari per l'uso dell'impianto di illuminazione e dei servizi tecnologici relativi ai nastri elettronici e al cronometraggio elettronico, e di un nuovo totalizzatore, senza dimenticare l'ammodernamento degli spogliatoi dei guidatori e dei locali antidoping.

Il "simbolo" della rinascita dell'ippodromo di Palermo sarà la nuova autostarter dietro la quale si allineano i cavalli nelle corse al trotto con partenza lanciata: una Lincoln Town Car presidenziale che in questi giorni viene messa a punto in un'officina nelle Marche.

Le prospettive per il "ritrovato" ippodromo di Palermo però non si fermano alle corse. Fedele agli obiettivi annunciati già ai tempi dell'aggiudicazione del bando, la Sipet è al lavoro per far vivere l'area de La Favorita per 360 giorni l'anno con una serie di attività collaterali, e l'apertura di pizzeria, ristorante, lounge bar e parco avventura per bambini.
Nella speranza che il 22 maggio la bella stagione sia finalmente iniziata, e che il Covid dia tregua, consentendo alla Sicilia di essere in zona gialla o bianca.

 

 

Share