Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Decreto Covid-19, anche l'ippica si ferma fino al 3 aprile

  • Scritto da Redazione

In ossequio al decreto del premier Conte del 9 marzo anche l'ippica sospende tutti i convegni fino al 3 aprile, il commento di Attilio D’Alesio (Coordinamento ippodromi).


"Il Dpcm del 9 marzo ha decretato 'la sospensione di tutti gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici o privati fino al 3 aprile'.
Conseguentemente, da oggi sono sospese in tutta Italia le corse dei cavalli.
Questa associazione, nel condividere molto questa decisione, invita tutti gli ippici a restare a casa ed ad uscire solo per 'curare e dare da mangiare ai cavalli' che ne hanno bisogno quotidianamente e che sono i nostri 'storici e meravigliosi atleti'”.


A scriverlo, in una nota, è il presidente del Coordinamento ippodromi,
Attilio D’Alesio, a commento del decreto appena firmato dal premier Giuseppe Conte che fa dell'Italia un'unica "zona protetta", estendendo a tutto il territorio nazionale le misure per il contenimento del Coronavirus prima attuate solo nelle regioni del Nord.


"Ci auguriamo di superare presto questa situazione condividendo le parole del presidente Mattarella: 'Supereremo questo momento impegnativo e dobbiamo aver fiducia nell’Italia e nessuna ansia. Uniti ce la faremo'”, conclude D'Alesio.
 
Nel frattempo, proprio per questo motivo, gli ippodromi italiani - che fino all'ultimo hanno tentato di far proseguire le corse almeno a porte chiuse - per evitare il collasso economico del settore, stanno iniziando a mandare alcune note per comunicare la sospensione dei convegni fino ad aprile.
 
Share