Logo

Torna agibile l'ippodromo Snai San Siro di Milano

I test hanno dato esito positivo: i danni causati al manto erboso dalle larve del coleottero sono stati risolti, ora il Mipaaf stilerà il nuovo calendario.

Conclusi con esito positivo i test effettuati in mattinata, decisione unanime degli esperti: l'ippodromo di San Siro può riaprire.

Il sopralluogo di oggi, 12 ottobre, realizzato proprio per verificare la praticabilità delle piste dell’ippodromo, è stato seguito anche da prove di galoppo in pista con fantini professionisti e gentleman per verificare al meglio le condizioni di ciascun tracciato, confermano la piena regolarità del manto erboso. 

Erano presenti, oltre ai tecnici Snaitech, commissari di corsa del Mipaaf, veterinari e rappresentanti di allenatori, fantini, gentleman e proprietari. Nel corso del sopralluogo, tutti i presenti hanno constatato i positivi effetti degli interventi di manutenzione straordinaria compiuti per porre rimedio agli ingenti danni provocati al manto erboso dall’infestazione di larve di Popillia Japonica e ripristinarne l’utilizzo. 

A giudizio unanime dei presenti, come riportato nel verbale di sopralluogo congiunto, è stata confermata la praticabilità della pista circolare interna, per corse fino a 2.000 metri di distanza, della Pista Grande, con partenze dai 1.800 metri, e della Pista Dritta nel lato dello steccato interno. Su queste piste si potrà, quindi, tornare a correre secondo il calendario che sarà definito dal Mipaaf. 
 
Snaitech accoglie positivamente la notizia della ripresa delle corse, che premia il lavoro compiuto dai tecnici e dai consulenti della società per sanare in tempi brevissimi i danni al manto erboso derivanti da un’infestazione imprevedibile e senza precedenti per violenza, intensità e rapidità.
Comprendendo le difficoltà nelle quali sono incorsi i proprietari a causa dei costi aggiuntivi derivanti dagli inaspettati trasferimenti, Snaitech ha inoltre scelto di accordare per l’ultimo trimestre del 2021 uno sconto del 30 percento sulle tariffe per l’affitto dei box nel centro di allenamento di San Siro. Una decisione presa nello spirito di reciproca collaborazione e di condivisione dei valori legati al mondo dell’Ippica e nonostante l’infestazione che ha colpito i prati dell’Ippodromo Snai San Siro sia stata un impedimento di forza maggiore del tutto imprevisto ed imprevedibile, i cui effetti negativi hanno leso per prima la società stessa.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.