skin

Elezioni 2022: aggiornati i risultati, ecco chi entra in Parlamento

29 settembre 2022 - 10:37

A meno di ulteriori ribaltoni, la lista degli eletti al Parlamento dovrebbe essere definitiva dopo i riconteggi operati dal ministero dell'Interno. L'effetto flipper del Rosatellum non fa sconti.

Scritto da Fm
Foto ©Senad Palic / Unsplash

Foto ©Senad Palic / Unsplash

Il temuto effetto flipper dell'attuale legge elettorale – denominata Rosatellum dal nome del suo relatore, Ettore Rosato (Iv) - alla fine si è verificato. Mettendo a dura a prova i nervi di alcuni candidati, passati in poche dal festeggiare l'ingresso in Parlamento a dover prendere atto della sconfitta, o viceversa.

Ma vediamo nel dettaglio, la lista aggiornata dei nuovi deputati e senatori per la legislatura 2022-2027, nessuno dei quali, almeno finora, si è particolarmente occupato di gioco o ippica nella sua carriera politica.

Il “ripescaggio” che più fa notizia in queste ore è quello del senatore leghista Umberto Bossi, dato ormai per “ex” dopo 35 anni di presenza sugli scranni e ora risultato eletto nel collegio plurinominale di Lombardia 2 (Varese) insieme con Giulio Centemero, ma non è l'unico.

Dalle ultime notizie diffuse dal ministero dell'Interno, che ricorda come i nomi degli eletti pubblicati sul sito Eligendo siano da considerarsi "ufficiosi" in attesa del "timbro ufficiale" dell'Ufficio elettorale centrale nazionale presso la Cassazione, emerge la nuova attribuzione di diversi seggi.

Viene modificata, ad esempio, la lista degli eletti nella circoscrizione Lazio 1 plurinominale 01: nel listino che ha come capolista Nicola Zingaretti (Pd) ora figurano due seggi invece di uno: a ricoprirli oltre al governatore del Lazio ci sono Marianna Madia e Andrea Casu.

In Umbria il ribaltone porta in Parlamento il Movimento Cinque Stelle (Emma Pavanelli) e Forza Italia (Catia Polidori), ed esclude Pierluigi Spinelli (Partito Democratico) e Chiara La Porta (Fratelli d'Italia).

In Molise invece al posto di Caterina Cerroni del Pd risulta eletta al proporzionale Elisabetta Lancellotta di Fratelli d'Italia.

In Toscana invece rientra Marco Simiani del Partito Democratico nel collegio plurinominale di Arezzo-Siena-Grosseto-Livorno, prendendo il posto di Lucia Annibali (Italia viva), mentre in Piemonte il dietrofront riguarda Paolo Romano, candidato nella circoscrizione Piemonte 2 per 'Alleanza Verdi-Sinistra Italiana ed ex M5s, al posto del quale viene eletto il pentastellato Antonino Iaria, assessore all'Urbanistica al Comune di Torino con la Giunta Appendino.

In Campania risulta "nuovo eletto" Francesco Emilio Borrelli, dell'Alleanza Verdi-Sinistra, mentre a perdere il seggio dovrebbe essere Guido Milanese di Forza Italia, in Calabria invece la deputata del Partito Democratico Enza Bruno Bossio viene sostituita da Riccardo Tucci del Movimento Cinque Stelle.

In Sicilia non sarebbe stata eletta alla Camera Annalisa Tardino della Lega e i seggi nel complesso andrebbero a sei deputati col M5s, 5 con Fdi, 3 col Pd, 1 con la Lega, 2 con Iv-azione e 2 con Forza Italia.

Le verifiche, comunque, sono ancora in corso.

"Resta invariato – precisa ol Dipartimento per gli affari interni e territoriali del ministero dell'Interno - il dato relativo al totale dei seggi attribuiti, a livello nazionale, a tutte le coalizioni e alle liste della Camera dei deputati, anche per i collegi uninominali, nonché la ripartizione dei seggi relativa al Senato della Repubblica".


 

Altri articoli su

Articoli correlati