Logo

Tar Umbria: 'No licenza sala Vlt se non è dimostrata buona condotta'

Il Tar Umbria rigetta ricorso della titolare di una sala Vlt indagata per favoreggiamento di prostituzione e immigrazione clandestina

 


"Ad un primo esame che è proprio di questa fase cautelare che la difesa di parte ricorrente non sembra avere fornito adeguata dimostrazione circa il requisito della buona condotta, la cui mancanza è stata posta alla base del gravato provvedimento in ragione della gravità dei reati per cui la stessa è stata rinviata a giudizio (favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina)".

 

Con questa motivazione, in un'ordinanza, il Tar Umbria ha respinto il ricorso della titolare di una sala Vlt che aveva impugnato il provvedimento con cui il Questore di Terni ha vietato alla ricorrente di essere inserita, in qualità di rappresentante, nella licenza di pubblica sicurezza richiesta, a termini di legge, per l’esercizio di una sala giochi.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.