Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Riduzione slot: udienza in Consiglio di Stato su sospensione norma

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Giornata cruciale in Consiglio di Stato con la discussione del ricorso Codere sulla riduzione dei nulla osta: chiesta sospensiva.

 

Roma - Riflettori accesi sul Consiglio di Stato nella giornata di oggi, giovedì 19 aprile, dove si è svolta nelle prime ore della mattinata l'udienza (a porte chiuse) sulla riduzione dei nulla osta, in seguito al ricorso depositato dal concessionario Codere con il quale si chiede la sospensione del decreto ministeriale voluto dalla "manovrina" della scorsa primavera.
La legge, come noto, imponeneva la riduzione delle slot - da circa 407mila a circa 265mila unità, articolata in due fasi distinte: la prima da eseguite entro il 31 dicembre 2017, quando dovevano sparire dalla circolazione il 15 percento delle slot, e la seconda entro il prossimo 30 aprile, quando dovranno essere tagliate i l19 percento.

I FATTI - Il concessionario Codere aveva però deciso di impugnare il decreto attuativo, come noto, sollevando dubbi interpretativi sulla norma e, in particolare, sul numero di nulla osta su cui basare il calcolo della riduzione: il decreto attuativo dei Monopoli disponeva che la riduzione venisse realizzata a partire dal numero di nulla osta che i concessionari possedevano a settembre dello scorso anno e non su quello di fine 2016, come previsto dalla legge di stabilità 2017. Una differenza determinante per la società, che nel corso del 2017 aveva acquisito circa 2500 nuovi nulla osta, aumentando significativamente la propria quota di mercato. Fornendo quindi una diversa interpretazione rispetto a quella dettata dai Monopoli di Stato e applicata da una larga parte degli altri concessionari, i quali invervengono inevitabilmente "ad opponendum" nel ricorso.
GLI SVILUPPI - Sul punto, è risaputo, si è già espresso il Tar Lazio che ha fissato l'udienza di merito per il 23 maggio 2018, mentre oggi il Consiglio di Stato, successivamente interpellato da Codere, è chiamato a decidere se sospendere, nel frattempo, il taglio dei nulla osta acquisiti nel 2017, con un’ordinanza prevista nelle prossime 48 ore. Nel frattempo, tuttavia, Codere sta provvedendo alla dismissione degli apparecchi "aggiuntivi" acquisiti nel 2017, in attesa della sentenza del Tar. Al punto da rendere possibile una rinuncia da parte del concessionario.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.