Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Adm annulla il versamento Preu del primo bimestre 2021

  • Scritto da Redazione

Azzerata la raccolta del gioco tramite apparecchi da intrattenimento, Adm intercetta le istanze degli addetti e annulla il versamento del Preu di gennaio e febbraio.

Non serve attendere l'esito dell'iter parlamentare del Dl Milleproroghe per ottenere uno slittamento del Preu, come molti operatori auspicavano: con una determina, il direttore generale dell'Adm marcello Minenna ne ha annullato il versamento per il primo bimestre del 2021, in virtù del fatto che la raccolta del gioco tramite Awp è stata totalmente azzerata.

"I Dpcm emanati per contrastare la diffusione del Covid-19 - si legge nel provvedimento Adm - hanno azzerato la raccolta del gioco tramite apparecchi da intrattenimento, privando i soggetti appartenenti all’intera filiera del gioco delle risorse finanziarie per far fronte ai versamenti tributari previsti e, di conseguenza, rallentando o addirittura impedendo il relativo versamento ai concessionari, quali soggetti passivi d’imposta, per il successivo riversamento all’erario".

In considerazione della sospensione totale della raccolta tramite apparecchi da intrattenimento di cui all’articolo 110, comma 6, gli acconti Preu per il bimestre gennaio/febbraio, in scadenza il 28 gennaio, il 13 febbraio e il 28 febbraio (parametrati all’imposta versata per il settembre/ottobre 2020), sarebbero di gran lunga superiori ai versamenti effettivi, causando, per tale bimestre, la necessità di riconoscere successivamente lo scomputo dell’eccedenza dai versamenti dovuti per i bimestri successivi.

Considerato pertanto, che in un’ottica di semplificazione degli adempimenti tributari, in ragione dell’eccezionale situazione di emergenza dovuta all’epidemia da Covid-19 e in applicazione del principio costituzionale di capacità contributiva e del principio del favor contribuenti sia necessario prevedere modifiche temporalmente limitate ai citati Decreti Direttoriali del 12 aprile 2007 e del 1 luglio 2010, favorendo l’adempimento dei pagamenti dovuti e evitando, al contrario, il versamento di pagamenti non dovuti, il direttore generale ha stabilito che: "solo per l’anno 2021, gli acconti Preu per il bimestre gennaio/febbraio, in scadenza il 28 gennaio, il 13 febbraio e il 28 febbraio sono annullati e l’importo dovuto a titolo di Preu è versato integralmente entro il giorno 22 marzo 2021".

 

Share