Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

New slot 3: se ne riparla a settembre

  • Scritto da Alessio Crisantemi

Se ne riparlerà nei primi giorni di settembre del futuro degli apparecchi da intrattenimento, ovvero, del lancio della nuova generazione di slot che potrebbe avvenire dall'inizio del 2014. La pausa estiva impone lo slittamento dei lavori in corso che, nelle ultime settimane, hanno portato a una serie di incontri tra i dirigenti dei Monopoli, Sogei e la Guardia di finanza e le associazioni di categoria, nell'ottica di concertazione portata avanti fin da principio.

E il prossimo incontro si avrà nella prima settimana di settembre con il Tavolo tecnico interassociativo (che riunisce le sigle Acadi, Acmi, As.Tro e Sapar) che ha chiesto un nuovo meeting all'amministrazione in occasione del quale presenterà un documento di proposte con il quale si sintetizzano i lavori degli ultimi mesi dell'organo tecnico.

 

LE PROPOSTE DELLA FILIERA - Tra i principali nodi ancora da sciogliere rispetto alla nuova produzione di slot e sul quale gli addetti ai lavoro hanno da sempre manifestato le proprie perplessità è quello delle elettro-serrature che la nuova normativa impone sugli apparecchi. Per questo il Tavolo tecnico ha formulato varie ipotesi interpretative mirate, in particolare, a "rendere il più fluido possibile il processo di autorizzazione alla manutenzione", per evitare di ritrovarsi con dei tempi morti o dei veri e propri black out nella gestione delle apparecchiature. secondo quanto apprende gioconews.it gli operatori vorrebbero bypassare l’invio dell’autorizzazione preventiva all’apertura ipotizzata nelle prime riunione perché ritenuta una complicazione eccessiva, sia perché rischia di concentrare in un breve lasso di tempo una gran quantità di richieste con conseguente ingolfamento dei sistemi dei concessionari, sia perché irrigidirebbe il processo di manutenzione. In alternativa i tecnici della filiera propongono di affiancare alla modalità prevista dal decreto anche l’autorizzazione all’apertura della porta tramite un sistema di password randomica ‘usa e getta’, come quelle utilizzate dalle banche per la gestione dei conti online (le cosiddette ‘chiavette’ generatrici di codici criptati).

Il Tavolo tecnico, inoltre, sembra intenzionato a chiedere ai Monopoli l'introduzione di una chiave di emergenza che possa consentire l'apertura ‘straordinaria’ delle macchine anche senza l'autorizzazione elettronica prevista.

I TEMPI - Nonostante i Monopoli dovrebbero già aver chiaro in mente le tempistiche che verranno assegnate per il ricambio delle macchine, il tavolo tecnico ha comunque messo su carta le proprie stime elaborate nel corso dei mesi, secondo le quali si renderebbe necessario un periodo minimo di 48 mesi a partire dalla data uscita delle nuove slot e che preveda, per i primi 12 mesi, un numero di sostituzioni ridotto in modo da poter verificare sul campo l’effettiva funzionalità dei nuovi apparecchi e poter apportare le modifiche alle procedure che si rendessero necessarie.

Non dovrebbe esserci, invece, tra le proposte del Tavolo tecnico, la questione relativa alle ‘performance’, nonostante le varie ipotesi discusse in diverse sedute di lavori dell'organismo sui possibili espedienti mirati ad un aumento di appeal delle nuova macchine, la pista sembra essere abbandonata a causa di varie discordanze di opinioni tra le diverse categorie. E, anche se la proposta inizialmente sollevata dai costruttori era stata abbracciata in seguito anche da altri soggetti nella filiera, il punto sembra non aver trovato quel consenso unanime tra le sigle necessario per essere incluso nel documento finale.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.