Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Stabilità e tassa da 500 milioni, un decreto entro giugno per stabilire la ripartizione

  • Scritto da Amr

Tra concessionari e parte restante della filiera non è stato trovato l’accordo per ripartire l’onere dei 500 milioni di euro previsti dalla legge di Stabilità 2015. Questa, in estrema sintesi, la presa d’atto della politica al termine di una lunga e convulsa giornata di trattative, al ministero dell’Economia, dove concessionari e gestori prima, concessionari poi, hanno cercato di trovare la ‘quadra’ circa la suddivisione dell’importo da versare tra i vari attori della filiera, ricordando che la prima tranche di pagamenti, 200 milioni di euro, scade domani. La parte politica, nell’evidenziare di aver ben chiaro chi ha usato maggior senso di responsabilità, ha quindi ribadito che spetterà a essa prevedere entro giugno, e con decreto (non ancora chiaro se collegato alla delega, all’interno della stessa o totalmente autonomo), i criteri di ripartizione, fermo restando che saranno bene accolte proposte condivise dalla filiera.

Intanto, come detto, il 30 aprile è domani e l’unica soluzione possibile, che peraltro avrebbe trovato la condivisione, secondo quanto riferito a Gioconews.it, dei concessionari, è quella di un esborso dei 200 milioni previsti dalla Stabilità da parte degli stessi. Quindi i concessionari garantirebbero la copertura della quota versando quello che è stato raccolto fino ad oggi dai gestori (il 50 percento circa) e garantendo il resto impegnano il contributo dello 0,5 percento della raccolta che viene destinato ogni anno dalla rete degli apparecchi nelle casse delle tredici società.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.