Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ruta (Agn): 'Offerta sana, equilibrata e interventi idonei per il gioco'

  • Scritto da Ac

Massimo Ruta (Agn) chiede interventi idonei per il settore del gioco legale e punta su un'offerta sana e equilibrata.

 

Roma - "Credo che siano emersi alcuni principi fondamentali dal dibattito: intanto quello della dimensione industriale di questo comparto e quindi la sua rilevanza, ma anche il principio dell'illegalità che rischia di essere favorita da interventi non idonei che limitano o vietano l’offerta del gioco legale”. Lo sottolinea Massimo Ruta, presidente di Admiral Gaming Network, nel corso del convegno organizzato a Roma.

“Bisogna tenere conto che esiste una domanda di gioco da parte dei cittadini e bisogna fare in modo che esista quindi un’offerta, ma che sia sana e equilibrata. Questo deve essere l’obiettivo comune. In questo lavoro siamo convinti che debba assumere un ruolo centrale il tema della formazione e della informazione per diffondere la consapevolezza. Questo è il senso della nostra iniziativa che vogliamo diffondere sul territorio e auspichiamo nella partecipazione da parte dei gestori e dei nostri partner per raggiungere l'obiettivo”.

 

Inoltre "è un grave errore non considerare le migliaia di operatori che conoscono il territorio e che troppo spesso sono ignorati, vorrei che la collaborazione con le istituzioni, sia locali che centrali fosse costante, per questo è necessario istituire un tavolo permanente, almeno di consultazione, peraltro da noi più volte proposto”.
L'impegno di Admiral Gaming Network per il prossimo anno sarà quello di promuovere, attraverso il Tour GiocoSO, un percorso formativo nelle scuole superiori con il coinvolgimento di famiglie e docenti, prendendo spunto dal messaggio educativo dello spettacolo teatrale 'Io me la gioco' del Teatro del Buratto di Milano, che affronta con onestà intellettuale la dimensione emozionale dei giovani e il loro approccio al gioco, che va riscoperto nei suoi valori positivi, come il confronto con se stessi e con le proprie fragilità, ma anche come strumento di confronto per crescere e cambiare, senza mai mettere a repentaglio il proprio benessere.
“Siamo qui per parlare dei giovani e per testimoniare la nostra volontà di affrontare il tema non semplicemente dal punto di vista economico ma anche dal punto di vista sociale e con la giusta attenzione ad una fascia da tutelare maggiormente quella dei giovani, proprio per evitare che approccino in maniera sbagliata quello che è, e deve restare, essenzialmente un divertimento. Con GiocoSO 2016 vogliamo avviare un percorso per condividere riflessioni e spunti sul territorio”, conclude Ruta.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.