Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ferrara: comune approva ordinanza e limita orari slot

  • Scritto da Sm

Sul gioco d'azzardo patologico, il Comune di Ferrara vara un'ordinanza restrittiva per limitare l'orario di utilizzo delle slot machine.

"Per fronteggiare il costante aumento del fenomeno del gioco d'azzardo patologico, che sempre più spesso coinvolge persone di tutte le età con gravi ripercussioni e rischi socio-sanitari, il Comune di Ferrara ha approvato un'ordinanza restrittiva per regolamentare gli orari di esercizio delle sale giochi e gli orari di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro collocati in altre tipologie di esercizi commerciali o punti di offerta di gioco". Lo sottolinea l'assessore alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, Chiara Sapigni, commentando quanto decisio oggi, 7 giugno, dalla Giunta.

In sostanza, "con la nuova ordinanza comunale l'orario di esercizio delle sale giochi viene fissato dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 alle 21. La medesima fascia oraria verrà applicataanche per il funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro, siano essi allestiti in sale giochi, bar, ristoranti, alberghi, tabaccherie, esercizi commerciali, ricevitorie, sale Bingo, agenzie di scommesse o negozi dediti esclusivamente al gioco". continua l'assessore.

Il titolare dell'autorizzazione "dovrà inoltre esporre targhe in cui risulti chiaro il rischio di dipendenza dal gioco e gli stessi orari di funzionamento degli apparecchi.
Per chi non dovesse rispettare quanto prescritto dall'ordinanza è prevista una sanzione amministrativa di diverso importo a seconda della violazione. Di 50 euro è la sanzione per la mancata esposizione del cartello con l'indicazione degli orari di funzionamento degli apparecchi, mentre per i titolari degli esercizi che dovessero violare gli orari di funzionamento degli apparecchi è prevista una sanzione amministrativa pari a 50 euro per ogni apparecchio in funzione oltre gli orari indicati nell'ordinanza sindacale.
L'ordinanza rientra nell'ambito della lotta al fenomeno del gioco d'azzardo patologico condotta dal Comune di Ferrara con lo scopo di tutelare le fasce psicologicamente più deboli della popolazione rispetto ai pericoli di disagio, personale e sociale, provocati dalla patologia del gioco d'azzardo compulsivo. Il tutto con lo scopo, non tanto di rendere inaccessibile il gioco in senso assoluto,  quanto di evitarne la pratica sconsiderata. In quest'ottica, il Comune di Ferrara ha già adottato diverse iniziative, tra cui: l'adesione al 'Manifesto contro il gioco d'azzardo' promosso dalla Scuola delle Buone Pratiche; una raccolta firme; la promozione del marchio regionale 'Slot FreE-R' che punta a sensibilizzare i pubblici esercizi sulla diffusione del gioco d'azzardo e, in particolare, delle slot machine e delle vlt; oltre alla promozione di convegni, mostre e spettacoli aventi come tema quello della ludopatia".
Share